Newz.it logo

Rizziconi. La Dia sequestra beni per 20 milioni di euro all’imprenditore Ferdinando De Marte

Pubblicato in Cronaca, Primo Piano da newz: martedì, 7 giugno 2011 – 8:51 Stampa questo articolo
sequestro-de-marte
Rizziconi. La Dia sequestra beni per 20 milioni di euro all'imprenditore Ferdinando De Marte  | read this item

Rizziconi (Reggio Calabria). La Direzione Investigativa Antimafia di Reggio Calabria – a seguito di una proposta di applicazione di misura di prevenzione personale e patrimoniale formulata dal Direttore della Dia, Generale dei Carabinieri Antonio Girone – ha dato esecuzione ad un decreto di sequestro di beni emesso dal Tribunale di Reggio Calabria – Sezione Misure di Prevenzione, nei confronti di Ferdinando Fortunato Maria De Marte, 48enne di Rizziconi, facoltoso imprenditore operante nel settore della produzione, raffinazione e commercio dell’olio d’oliva nella piana di Gioia Tauro nonché nel settore immobiliare.
L’uomo risulta essere stato, altresì, uno dei soci della società che ha costruito il noto centro commerciale “Porto degli Ulivi” in Rizziconi – successivamente ceduto ad una società svizzera – già oggetto di vicende giudiziarie che hanno visto coinvolta, in particolare, la cosca “Crea” operante in quei territori.
A seguito di una articolata attività di indagine patrimoniale, condotta dal Centro Operativo della Dia di Reggio Calabria diretto dal colonnello Francesco Falbo, e volta a verificare le modalità di acquisizione dell’ingentissimo patrimonio societario e personale riconducibile all’imprenditore, è stata formulata, dal Direttore della Dia, una corposa ed esaustiva proposta di misura di prevenzione personale e patrimoniale che il Tribunale Reggio Calabria – Sezione Misure di Prevenzione – ha recepito emettendo, ai sensi della normativa antimafia, il relativo provvedimento di sequestro.
Dagli accertamenti effettuati è emerso che l’imprenditore, attraverso le sue società, emettendo e/o ricevendo fatture fittizie nonché simulando costi sostenuti ed aumenti di capitale sociale, ha ottenuto indebitamente – in modo ripetuto e costante nel tempo – consistenti risparmi di imposta e cospicui contributi pubblici.
Nei confronti del De Marte, sin dalla fine degli anni ‘80 ad oggi, plurime indagini svolte dalla Guardia di Finanza di Reggio Calabria, Taurianova (RC), Gioia Tauro (RC) e Catanzaro e dai Carabinieri di Rizziconi (RC), avevano evidenziato che alcune società del gruppo De Marte erano soltanto delle “cartiere create ad hoc” al fine di emettere fatture per operazioni inesistenti e/o per ottenere indebiti contributi comunitari.
In data 01.02.2008 è stata emessa, dal Gip di Bologna, nei confronti dell’imprenditore, un’ordinanza applicativa degli arresti domiciliari per associazione per delinquere finalizzata all’emissione e utilizzazione di fatture false e per l’indebita percezione di contributi comunitari per importi consistenti (in una occasione avrebbe indebitamente ricevuto contributi per circa 4,6 milioni di euro, mentre in altre circostanze avrebbe decuplicato i costi sostenuti per l’acquisto di impianti a mezzo di fatture inesistenti). In relazione alle condotte antigiuridiche, di recente, la Procura di Bologna ha avanzato nei confronti dell’imprenditore richiesta di rinvio a giudizio.
Sul conto del De Marte sarebbero inoltre emersi indizi di contiguità con la cosca “Crea” di Rizziconi. Sul versante patrimoniale è stata, altresì, accertata l’assenza in capo al prevenuto di risorse lecite idonee a giustificare investimenti di grossa entità e rilevata, nel contempo, una cospicua e generalizzata sproporzione tra i redditi dichiarati ed il patrimonio posseduto. Con il provvedimento adottato a carico del De Marte è stato disposto il sequestro del patrimonio a lui riconducibile, al momento stimato in circa 20 milioni di euro, tra cui figurano, in particolare:

  • il patrimonio aziendale di sette società con sede in Rizziconi e Gioia Tauro (RC), di cui quattro operanti nel settore oleario e tre nel settore immobiliare ed edilizio;
  • circa 25.000 mq di terreno, di cui circa 15.000 di natura edificabile, siti in Rizziconi (RC);
  • due immobili siti a Rizziconi e a Palmi (RC);
  • disponibilità finanziarie aziendali e personali in corso di quantificazione.

Tags: , , , , , , , , , , , ,

Commenti dei lettori

AGGIUNGI UN COMMENTO. Registrati gratis per inserire un commento a questo articolo.

Articoli recenti o correlati

Le ultime notizie

La “mafia del cemento” al centro della Carovana Antimafia 2014 in memoria di Quattrone e Macheda thumbnail

La “mafia del cemento” al centro della Carovana Antimafia 2014 in memoria di Quattrone e Macheda

Reggio Calabria. “Mio padre credeva di poter migliorare la sua città, la Reggio
Carovana Antimafie. Cafiero De Raho: “Ritardo sulla ‘ndrangheta, da 50 anni comandano sempre le stesse ‘ndrine” thumbnail

Carovana Antimafie. Cafiero De Raho: “Ritardo sulla ‘ndrangheta, da 50 anni comandano sempre le stesse ‘ndrine”

Reggio Calabria. “Non c’è stato un contrasto a 360 gradi perché non si
Pollifroni (A Testa Alta): “Chiusura campo Coni penalizza intera città” thumbnail

Pollifroni (A Testa Alta): “Chiusura campo Coni penalizza intera città”

Reggio Calabria. “La chiusura del Campo di Atletica leggera del Coni al rione
Il ruolo dei giornalisti nella rivoluzione digitale thumbnail

Il ruolo dei giornalisti nella rivoluzione digitale

Presentata dal Sindacato a Reggio Calabria la “guida multimediale”
Sen. Gentile: “Da Chiappetta scelta di stile. Partito coeso con Scopelliti” thumbnail

Sen. Gentile: “Da Chiappetta scelta di stile. Partito coeso con Scopelliti”

“Desiderio innanzitutto ringraziare l’on Gianpaolo Chiappetta, capogruppo regionale del
Fondi Ue. L’assessore Mancini ha illustrato a Cosenza il Documento di Orientamento Strategico thumbnail

Fondi Ue. L’assessore Mancini ha illustrato a Cosenza il Documento di Orientamento Strategico

Catanzaro. Si è concluso oggi, con la tappa a
Newz.it on Facebook

Archivio articoli

Calendario articoli

giugno: 2011
L M M G V S D
« mag   lug »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Le offerte del mese

Vota il sondaggio

È in arrivo a Gioia Tauro un bastimento carico di... armi chimiche

  • No ad accogliere la nave con le armi chimiche (45%, 66 Voti)
  • Sì, sennò a che ci serve un porto così importante (26%, 38 Voti)
  • No se non prima ci danno garanzie per la salute (18%, 26 Voti)
  • Sì perché occorre disarmare la Siria (7%, 10 Voti)
  • No se non prima ci danno maggiori informazioni (4%, 8 Voti)

Voti Totali: 148

Loading ... Loading ...

Argomenti

Siti amici

Equa Finiture
Ottica Sempreinvista
3 Store Corso Garibaldi 478
LATELLA - Ceramiche - Edilizia - Arredo Bagno - Termoidraulica
Porcino Sistemi
Scuola di lingue The International Meeting Point
Midimar

Ultime news