default-logo

Incontro Regione-UE sulla metro leggera di Cosenza

Catanzaro. La Regione Calabria, dopo l’incontro che si è svolto ieri a Catanzaro con i rappresentanti dell’UE per fare il punto sul Progetto di “Metropolitana leggera” del capoluogo calabrese, ha di nuovo incontrato i delegati della Commissione Europea per esaminare l’altro grande Progetto regionale, la “Metropolitana leggera” di Cosenza. La giornata di lavoro – informa una nota dell’ufficio stampa della giunta regionale – ha preso il via con il sopralluogo del tracciato lungo il quale si svilupperà l’opera: dalla stazione ferroviaria di Cosenza centro, passando per viale Mancini, fino all’Università della Calabria. A bordo di un bus navetta, l’Autorità di Gestione del Por Fesr 2007/2013, Anna Tavano, e il dirigente del Dipartimento Programmazione Nazionale e Comunitaria, Luigi Zinno, hanno accompagnato nel tragitto il rapporteur per l’Unione Europea, Andrea Murgia e gli esponenti del ministero dello Sviluppo Economico, insieme allo staff di esperti e tecnici che sta seguendo il progetto. Un’occasione per toccare con mano la realtà dell’area urbana cosentina e visualizzare meglio e da vicino l’avanzato stato progettuale dell’opera. Ma anche un’ulteriore opportunità di incontro tra tutte le parti coinvolte nel Grande Progetto. Al sopralluogo, infatti, ha fatto seguito una riunione operativa a Cosenza presso gli Uffici di Rappresentanza dell’Assessorato al Bilancio. Alla tavola rotonda, presieduta dall’assessore al Bilancio e alla Programmazione Nazionale e Comunitaria, Giacomo Mancini, hanno preso parte anche Giuseppe Gentile, assessore regionale alle Infrastrutture e ai Lavori Pubblici; il consigliere regionale delegato ai Trasporti, Fausto Orsomarso; il consigliere regionale, Sandro Principe; l’assessore ai Trasporti della Provincia di Cosenza, Giovanni Forciniti; il Rettore dell’Unical, Giovanni Latorre; i sindaci di Cosenza e Rende, Mario Occhiuto e Vittorio Cavalcanti, e il primo cittadino di Rogliano, Giuseppe Gallo. Quest’ultimo, pur non essendo direttamente coinvolto nel “progetto metro” è intervenuto in qualità di sindaco del Comune capofila nel partenariato, denominato Mobilità Impresa Cosenza, ammesso al Programma di Sviluppo Locale (PISL) sulla mobilità: un investimento di undici milioni di euro per l’elettrificazione della linea ferroviaria Rogliano-Cosenza, che potrà quindi collegarsi alla metro leggera cosentina. “L’amministrazione guidata dal Governatore Scopelliti ha reperito le risorse – ha detto l’assessore Mancini – attraverso i fondi Por, 160 milioni di euro consentiranno di realizzare la metropolitana di superficie che collegherà la città di Cosenza con Rende e l’Unical. Oggi siamo dinanzi a un progetto ritenuto strategico dalla Commissione europea e considerato ammissibile e sostenibile economicamente dalla Bei (la Banca europa per gli investimenti). Un via libera importante, dunque, quello dato dalla Commissione europea, che consente di andare avanti con l’iter che porterà alla pubblicazione del bando di gara. E’ necessario – ha aggiunto Mancini – che l’opera venga appaltata in tempi rapidi per rispettare i target imposti alla Regione dalla Commissione europea e per offrire alla comunità un’opera attesa da tanti anni. La presenza di tante personalità testimonia la volontà di continuare il lavoro e di portarlo avanti fino al suo compimento”. Dello stesso parere l’assessore Gentile, il quale ha sottolineato che “le risorse saranno utilizzate nel modo migliore possibile anche perché c’è condivisione e collaborazione tra tutti i rappresentanti istituzionali”. Consapevoli dell’importanza strategica dell’opera i due sindaci delle città coinvolte, Occhiuto e Cavalcanti, uniti su un punto nodale: “Vogliamo dare al cittadino il diritto alla mobilità, ma anche offrire un’opportunità di sviluppo a tutta la Calabria e non solo alla nostra area urbana”. Proprio su quest’ultimo aspetto si è concentrato anche il Rettore Latorre: “Per noi il sistema metropolitano è un progetto importantissimo. Attorno all’università gravitano circa 40 mila persone ogni giorno e più del 50% si muove con mezzi propri. Ma con la metropolitana leggera questi numeri saranno dimezzati e avremo una mobilità più sostenibile ed efficiente. Ringrazio le istituzioni per questa sensibilità nei confronti di un’esigenza come quella della mobilità che impatta sulla vita di tutti noi”. Il rapporteur per l’Unione Europea, Andrea Murgia – a conclusione dell’incontro – ha espresso la sua soddisfazione: “Con questa visita abbiamo toccato con mano quanto già apprezzato in fase di valutazione nel progetto. Siamo certi che si possa cooperare velocemente, vista la fase avanzata in cui si trova il progetto. Completeremo, quindi, l’ultimo anello mancante nel più breve tempo possibile”.

 

About the Author

Related Posts

Scrivi un commento