lunedì 29 maggio 2017 02:00
default-logo

Eletti gli organismi della FIM CISL di Reggio Calabria. Coordinatore Provinciale Generale Giuseppe Chiarolla

Reggio Calabria. Si è svolto presso la sede della Cisl di Reggio Calabria il VI congresso, II coordinamento Provinciale, FIM CISL. Ha aperto i lavori il segretario uscente, Giuseppe Chiarolla, il quale ha illustrato il lavoro svolto in questi ultimi quattro anni a livello provinciale presenziando in tutte le realtà anche con un solo lavoratore iscritto. Chiarolla ha poi sottolineato che siamo di fronte ad “una classe politica che sia a livello Nazionale che regionale è totalmente assente ed indifferente ad un territorio che ha urgenza di vedere accrescere il numero di industrie e quindi posti di lavoro”. Al congresso erano presenti , oltre i numerosi lavoratori delle piccole e medie imprese, Nicola Paris consigliere comunale Reggio Calabria, in rappresentanza di tutte le istituzioni reggine. La segretaria generale della CISL di Reggio Calabria Rosy Perrone ha dato spunto a nuove riflessioni per li futuro del sindacato rappresentato sempre di più da giovani che con il proprio impegno quotidiano danno un reale contributo a tutti coloro che ne hanno necessità, attraverso i servizi CAF ed INAS. E’ intervenuto anche il segretario regionale FIM Calabria Ciro Bacci sulle future dinamiche di crescita del sindacato sul tutto il territorio. Ha chiuso il congresso Carlo Anelli coordinatore Nazionale FIM, che con la sua pluriennale esperienza all’interno del sindacato ha illustrato una visione del mondo del lavoro che, attraverso le nuove tecnologie integrate, corre alla velocità della luce dando spazio a nuove opportunità. Conclusi i lavori congressuali si è provveduto ad eleggere i nuovi organismi che per i prossimi 4 anni rappresenteranno la FIM reggina. Sono stati eletti all’unanimità dall’assemblea congressuale: Giuseppe Chiarolla in qualità di Coordinatore Provinciale Generale, affiancato da Maurizio Chiarolla, Rocco Sbarra, Vincenzo Zampaglione.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo