mercoledì 26 aprile 2017 21:31
default-logo

Un intervento degli uomini di E-Distribuzione assicura una nuova “casa” per la Cicogna bianca in Calabria

Cosenza. Il progetto “Cicogna bianca Calabria”, lanciato dalla sezione LIPU Rende nel 2003, aveva ed ha tuttora l’obiettivo di favorire il ritorno di questa specie in Calabria. Grazie ad Enel sono stati posizionati sui tralicci e pali elettrici un gran numero di nidi artificiali, costituiti da una base circolare in legno, sulla quale le cicogne hanno costruito il loro nido. Il progetto interessa tre province (Cosenza, Crotone e Catanzaro) con un bilancio estremamente positivo. Infatti sono oltre 400 cicogne nate in Calabria dal 2003 ad oggi con un incremento esponenziale del numero di coppie nidificanti.
La collaborazione tra Enel e LIPU Rende è nata dall’idea di offrire una casa alle cicogne, cioè dei nidi artificiali, per invogliarle a fermarsi e nidificare nel nostro territorio, e ciò ha permesso che, dopo un’assenza di 4 secoli, la Cicogna bianca sia tornata a nidificare in Calabria.
Nel corso di questi anni la popolazione di questi straordinari uccelli è stata tenuta sempre sotto osservazione dai volontari della LIPU Rende con continui interventi di adeguamento delle strutture da parte dei tecnici Enel.
Infatti, è di questi giorni una nuova operazione degli uomini di e-distribuzione dell’UO di Castrovillari, che, allertati dagli attivisti LIPU, hanno a ricostruito la “casa” ad una coppia di cicogne che si era cacciata in un brutto pasticcio. Di fatto gli uccelli avevano iniziato a realizzare il loro nido inserendo il materiale sulla base di un sezionatore motorizzato posto su palo. Un posto insolito e pericolosissimo .
Tanto è vero che nella notte di qualche giorno fa il nido si è incendiato, per fortuna senza danno per l’improvvida coppia, che ha solo subito il danno di dover traslocare al nido appositamente posizionato dagli uomini di e- distribuzione su un palo adiacente .
Curiosità e mitologia La cicogna ha sempre evocato, fin dall’antichità, forti significati simbolici. Uno di questi è l’amore coniugale, che deriva dalle caratteristiche di fedeltà che contraddistinguono questa specie. Un altro simbolo è quello della pietà (in latino pietas) verso i genitori nel momento in cui essi diventano anziani e non più in grado di procurarsi il cibo. Questa sensibilità suscitò rispetto verso questi animali da parte degli Egizi, mentre nell’antica Roma le monete consolari riportarono rappresentata una cicogna insieme al busto allegorico della pietas. Questo simbolo della cicogna resistette a lungo attraverso Medioevo e Rinascimento.
In altri Paesi, come Cina e Giappone, la cicogna ha ispirato il simbolo della longevità.
Le cicogne sono inoltre apprezzate fin dall’antichità perché danno la caccia ai serpenti. I Tessali, popolo dell’antica Grecia, punivano per questo motivo con la morte chi uccideva le cicogne.

Un intervento degli uomini di E-Distribuzione assicura una nuova "casa" per la Cicogna Bianca in Calabria

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo