lunedì 26 giugno 2017 04:00
default-logo
Carabinieri del Gruppo Locri

Controlli di Pasqua e pasquetta dei Carabinieri del Gruppo Locri: 2 arresti e 12 denunce

Locri (Reggio Calabria). Nel corso dell’ultima settimana, anche in concomitanza con le festività Pasquali, sono state incrementate le attività di controllo del territorio svolte dai Carabinieri del Gruppo di Locri, diretto dal tenente colonnello Pasqualino Toscani.
I servizi, effettuati attraverso le Compagnie di Locri, Bianco e Roccella Jonica (rispettivamente diretta dai capitano Rosario Scotto Di Carlo, Ermanno Soriano e Antonio Di Mauro), hanno avuto una finalità più che altro preventiva al fine di impedire la commissione di reati di natura predatoria da un lato e dall’altro, assicurare l’ordinata circolazione stradale, specialmente tra Pasqua e lunedì dell’Angelo.
In particolare sono stati allestiti numerosi posti di controllo alla circolazione stradale per una capillare vigilanza sulle tante persone/auto in movimento.
In tale ottica è stata prestata la massima attenzione: nei luoghi di maggiore afflusso turistico quali Gerace, Stilo e Roccella Jonica;
nelle aree pic-nic ricadenti nei comuni di Canolo, Agnana Calabra, Ciminà e Casignana; nei lungomare delle località balneari.
Nell’ambito di tali servizi i risultati sono stati di assoluto rilievo. In particolare:

i Carabinieri della Stazione di Gioiosa Jonica hanno:

  • tratto in arresto, Andrea Mammolenti, 31enne di del posto, in esecuzione ad un’ordinanza di applicazione della misura cautelare della custodia in carcere, emessa dal G.I.P. di Locri. Il provvedimento è scaturito a seguito di un’attività di vigilanza e controllo svolta dai Carabinieri che ha consentito di rilevare numerose violazioni delle prescrizioni relative alla misura della sorveglianza speciale di P.S. a cui Mammolenti era sottoposto. L’uomo è stato associato presso la casa circondariale di Locri;
  • denunciato un 33enne del posto per violazione dei doveri inerenti la custodia di cose sottoposte a sequestro, poiché, durante un controllo presso la sua abitazione, i Carabinieri non hanno trovato un autoveicolo già sottoposto a sequestro e a lui affidato in qualità di custode giudiziale;

i Carabinieri della Stazione di Caulonia hanno:

  • tratto in arresto Raffaele Randò, 29enne del posto, in ottemperanza al provvedimento di revoca del decreto di sospensione di ordine di esecuzione per la carcerazione e ripristino del medesimo, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Locri. L’uomo, riconosciuto colpevole di abusivismo edilizio e violazione di sigilli, è stato condotto presso la casa circondariale di Locri, dove dovrà espiare la pena di 1 anno e 2 mesi di reclusione;
  • denunciato una 49 del luogo per sottrazione di cose sottoposte a sequestro. La stessa avrebbe alienato oltre 250 blocchi di cemento già sottoposti a sequestro e a lei affidati in qualità di custode giudiziale;

i Carabinieri della Stazione di Mammola hanno denunciato un 58enne di Grotteria per furto di energia elettrica. L’uomo avrebbe eluso i reali consumi del contatore di corrente elettrica della propria abitazione, mediante la realizzazione di un by-pass sottotraccia. Durante il controllo, è stato sequestrato vario materiale elettrico.


i Carabinieri della Stazione di Roccella Jonica hanno denunciato:

  • un 33enne del posto, per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. Lo stesso, sorpreso alla guida della propria autovettura, è stato sottoposto ad accertamenti tossicologici presso l’Ospedale di Locri, riportando valori superiori ai limiti consentiti. Inoltre, l’uomo, sottoposto a perquisizione personale, è stato trovato in possesso di oltre 1 grammo di sostanza stupefacente, che è stata sottoposta a sequestro;
  • un 48enne di Bovalino, per ricettazione. Lo stesso avrebbe utilizzato un telefono cellulare oggetto di furto denunciato nel mese di ottobre del 2016 in Roccella Jonica;

i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Roccella Jonica, hanno denunciato un 37enne della provincia di Torino, per rifiuto dell’accertamento dello stato di ebbrezza e dell’uso di sostanze stupefacenti. Lo stesso, sorpreso alla guida di un’autovettura in evidente stato di alterazione psicofisica, si è rifiutato di sottoporsi ai previsti accertamenti tossicologici. Per tali motivi, l’uomo è stato anche segnalato alla Prefettura di Reggio Calabria, come previsto dalla normativa di settore;


i Carabinieri della Stazione di Stilo hanno denunciato un 60enne del posto per furto aggravato di acqua. Lo stesso avrebbe realizzato un allaccio diretto alla rete idrica comunale, mediante l’utilizzo di un tubo in gomma che è stato sottoposto a sequestro;
i Carabinieri della Stazione di San Luca hanno denunciato un minorenne del posto per violenza, resistenza a Pubblico Ufficiale e guida senza patente. Il giovane, sorpreso alla guida di un motociclo senza il previsto titolo abilitativo, alla vista dei Carabinieri in servizio di viabilità il giorno di Pasquale, in occasione della cerimonia religiosa della “Confrunta”, incurante dell’Alt imposto, ha continuato la marcia investendo uno dei militari.


Infine, i Carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Bianco, al termine di un mirato servizio finalizzato al contrasto dell’immigrazione clandestina, hanno denunciato 4 cittadini di nazionalità indiana, di età compresa tra i 28 e i 55 anni, senza fissa dimora, per violazione della normativa sull’immigrazione. Gli stessi, durante un controllo, sono risultati sprovvisti di permesso di soggiorno, pertanto nei loro confronti è stata avviata la procedura di espulsione, come previsto dalla normativa vigente.

Controlli di Pasqua e pasquetta dei Carabinieri del Gruppo Locri: 2 arresti e 12 denunce

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo