venerdì 20 aprile 2018 14:44
default-logo

Inaugurata la mostra itinerante sul Centenario

freno-conf

Reggio Calabria. Una mostra itinerante dei lavori degli studenti della provincia di Reggio Calabria sul “terremoto nel 1908 nell’area dello stretto” è stata inaugurata questa mattina al castello aragonese. L’esposizione è stata curata dall’istituto statale d’arte “Frangipane di Reggio Calabria” e dal comune di Reggio Calabria in collaborazione con l’ufficio scolastico provinciale e regionale e la Prefettura. L’inaugurazione della mostra è stata preceduta da una conferenza stampa a palazzo san Giorgio. Con l’assessore comunale ai beni culturali Antonella Freno erano presenti lo storico Pasquino Crupi, Antonia Surace per la Prefettura di Reggio Calabria, Giuseppe Cacciola dell’ufficio scolastico provinciale, Teresa Sgambelloni dell’ufficio scolastico regionale ed il preside del “Frangipane” Nicola Pavone. Nel corso dell’incontro con i giornalisti sono stati premiati gli studenti delle scuole medie e di quelle superiori della provincia che hanno partecipato al concorso “sul filo della memoria: il terremoto del 1908 a Reggio Calabria e Messina”. Il primo premio ex aequo è andato all’istituto “Frangipane” con il lavori di Francesca del Fiore ed all’istituto superiore “Panetta” di Locri con l’elaborato di gruppo di Boutiman Abdelkain, Rocco Sergi e Antonio Zappia. Il secondo premio è stato assegnato al Liceo Scientifico “L.Da Vinci” con il lavoro di Antonino Caminiti. Il terzo ed ultimo premio ex aequo alla scuola media “Vittorino da Feltre”, all’istituto superiore di Cittanova, al Liceo Artistico Mattia Preti di Reggio Calabria ed all’istituto comprensivo di Campo Calabro con i lavori rispettivamente di Kevin Marino, Davide Zangari, Giacomo Bagnato ed Elvira Messina”. “La mostra che ha coinvolto tutte le scuole della provincia di Reggio Calabria – ha sottolineato l’assessore Antonella Freno – sarà itinerante e darà la possibilità di vedere da vicino gli elaborati dei ragazzi. Fa parte del ciclo di iniziative che abbiamo messo in campo in memoria dei caduti del terremoto del 1908 che colpì Reggio e Messina”.

Massimo Calabrò (Roto San Giorgio)

About the Author

Articoli recenti o correlati