venerdì 20 aprile 2018 02:51
default-logo

Jonadi. I Carabinieri sequestrano un immobile abusivo

Jonadi. Un altro immobile abusivo sequestrato dai militari della Compagnia Carabinieri di Vibo Valentia. Ad entrare in azione questa volta sono stati gli uomini della Stazione Carabinieri di Filandari che, a seguito di un servizio mirato alla prevenzione e repressione dell’abusivismo edilizio, ieri si sono presentati nel piccolo abitato di Vena di Jonadi innanzi ad un fabbricato in corso di costruzione, dove hanno visto immediatamente difformità che hanno attirato la loro attenzione. I Carabinieri, che già da alcuni giorni stavano eseguendo accertamenti catastali per verificare la regolarità delle numerose costruzioni che da anni stanno sorgendo un po’ ovunque nella zona, nel corso degli accertamenti avevano appurato senza ombra di dubbio che il fabbricato  non presentava le necessarie autorizzazioni di legge. In particolare i protagonisti della vicenda avevano edificato l’immobile risultato difforme al permesso a costruire n.39 del 10.08.2006 rilasciato dal comune di Ionadi ed inoltre presentava delle difformità alle prescrizioni dettate dal piano di lottizzazione vigente sull’area oggetto d’intervento in quanto erano state realizzate superfici lorde maggiori, un’altezza massima del fabbricato ed un numero di piani maggiori di quelli autorizzati.
I militari, dopo aver accertato quindi dette irregolarità, hanno proceduto al deferimento in stato di libertà di due persone, in qualità di esecutori della struttura realizzata e proprietari della stessa, dell’Amministratore unico dell’impresa esecutrice dei lavori, per inosservanza allo strumento urbanistico in concorso e omessa denuncia dei lavori; di un architetto in qualità di direttore dei lavori per il reato di lavori abusivi. I quattro sono tutti di San Gregorio d’Ippona. Il fabbricato  è stato posto sotto sequestro.

Articoli recenti o correlati