giovedì 26 aprile 2018 22:55
default-logo

Tragedia di Messina. Loiero: «Accomunati alla Sicilia. La Calabria è stata lasciata sola»

Agazio Loiero

Agazio Loiero

Catanzaro. Il governatore Agazio Loiero interviene sul disastro avvenuto in provincia di Messina e dichiara: “Siamo accomunati alla Sicilia da diverse sventure”. Nel sottolineare la vicinanza ed esprimere il cordoglio ai familiari delle vittime, il presidente Loiero evidenzia come la sciagura sia del tutto simile, sia pure senza tante vittime, a quelle accadute in Calabria. “La nostra regione l’ha vissuta soltanto un anno fa, quando il maltempo ha infierito diffusamente su un territorio fragile e una frana, una delle centinaia che hanno messo in ginocchio la regione, si è abbattuta sull’autostrada provocando due morti, tagliando in due l’Italia, causando disagi enormi e prolungati per mesi”. ”La Calabria, ferita gravemente – dice ancora Loiero – è stata ignorata da Roma. Il governo centrale, dopo una fugace visita di Bertolaso e alcuni impegni assunti, ha stanziato, con due ordinanze, meno di venticinque milioni, una cifra molto, ma molto distante dalle necessità. Ancora dopo un anno, tuttavia, ne ha messo a disposizione soltanto sei e non abbiano notizia delle somme rimanenti. Insomma la Calabria è stata lasciata sola”. ”Sono convinto, però – sostiene Loiero – che come sarà per la Sicilia anche per la Calabria ci dovrà essere l’impegno da parte dello Stato per risolvere i problemi legati al dissesto idrogeologico del territorio. La Regione Calabria, infatti, ha programmato di spendere più di ottocento milioni di euro per riparare i guasti al territorio e alle infrastrutture”. ”Ma nessuna regione – conclude il presidente – davanti a eventi drammatici e luttuosi come quelli che hanno colpito la provincia di Messina o a ripetizione si abbattono sulla Calabria può riprendersi senza il conforto della solidarietà nazionale. Anche perché in queste tragedie il fatalismo non c’entra. Il dissesto idrogeologico è noto in maniera molecolare mediante mappe dettagliate, e gli studiosi di difesa del suolo da decenni ripetono l’allarme: il Sud rischia di liquefarsi sotto piogge insistenti, com’è avvenuto per molte zone della Calabria nell’inverno scorso o come, peggio, è avvenuto adesso nel messinese”.

About the Author

Articoli recenti o correlati