giovedì 26 aprile 2018 07:23
default-logo

Platì. Rinvenuti due bunker dai Carabinieri, nel cunicolo la Madonna di Polsi

Platì. I Carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria hanno rinvenuto in un’abitazione di Platì ben 2 bunker. Il blitz è scattato nella casa di Anna Trimboli, sorella dell’ex latitante Saverio Trimboli (arrestato il 13 febbraio scorso), nonché cugino dell’attuale latitante Francesco Perre. Quest’ultimo è stato condannato nel 2001 a 28 anni di reclusione per il sequestro di Alessandra Sgarella, rimasta nelle mani dei rapitori per nove mesi: dall’11 dicembre del 1997 al 4 settembre del 1998. I due bunker erano stati ricavati uno in cucina, delle dimensioni di circa 20 metri quadrati, ed uno in uno scantinato, delle dimensioni di circa 15 m². I due bunker sono collegati tra di loro tramite un cunicolo di circa 3 metri. Dal bunker dello scantinato, inoltre, partiva un altro cunicolo, che serviva per raggiungere una via di fuga all’esterno del paese, lungo circa 200 metri, già rifinito e dotato di motore di aerazione. All’interno di questo lungo budello scavato sottoterra sono stati rinvenuti dei caschetti da operaio. Esattamente a metà del cunicolo, invece, era stata ricavata una nicchia votiva, e vi era stata posizionata la statua della Madonna di Polsi. A scovare materialmente il bunker, come sempre in questi casi, sono stati i Cacciatori dello Squadrone eliportato diretti dal capitano Francesco Cinnerella, che anche questa volta hanno fornito il loro insostituibile ausilio per finalizzare le indagini condotte dai carabinieri del Gruppo Locri, nell’ambito delle direttive del comandante provinciale, il colonnello Pasquale Angelosanto.

Fabio Papalia

About the Author

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo