venerdì 20 aprile 2018 07:11
default-logo

Roma. Furto in un cantiere delle ferrovie: 3 romeni sorpresi con 15 quintali di cavi in rame

Roma. Volevano celebrare in grande stile il ritorno ai “vecchi” affari e così, dopo aver scelto il punto in cui colpire, un cantiere dell’alta velocità delle Ferrovie dello Stato, sono entrati in azione. Questa notte tre cittadini romeni, di età compresa tra i 22 ed i 38 anni, tutti provenienti dal campo nomadi di via Gino Severini sono stati intercettati dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma mentre stavano viaggiando lungo via Collatina. Il 22enne era alla guida di un furgone con targa bulgara insolitamente sovraccarico che veniva “scortato” dagli altri due a bordo di un’auto. Durante il controllo del furgone i militari si sono resi conto che il numero di telaio del veicolo era palesemente contraffatto e la successiva perquisizione ha permesso loro di rinvenire ben 15 quintali di cavi industriali in rame, nascosti nel cassone dell’automezzo. A quel punto i due complici sull’auto, vistisi scoperti, si sono dati velocemente alla fuga lungo le strade del quartiere Tor Sapienza, dando vita ad un inseguimento con le gazzelle del Nucleo Radiomobile di Roma terminato, dopo pochi km, a due passi dal loro insediamento di via Severini. I veicoli e i cavi di rame sono stati sequestrati mentre i tre romeni, che dovranno rispondere di ricettazione e riciclaggio, sono stati portati al carcere di Regina Coeli a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

About the Author

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo