venerdì 20 aprile 2018 07:11
default-logo

Crisi al Comune. Raffa e Pdl dialogano ancora a mezzo fax

di Fabio Papalia
Reggio Calabria. La Crisi al Comune, dopo l’incontro di ieri mattina in cui Raffa ha consegnato il documento politico, poi diffuso alla stampa, al coordinatore cittadino del Pdl Luigi Tuccio e agli altri partiti della coalizione, scomparendo poi per tutto il resto della giornata, prosegue con un dialogo a distanza, a mezzo fax. Questa mattina il sindaco facente funzioni Giuseppe Raffa ha indirizzato un fax al Pdl, all’Udc e al Partito Repubblicano.

Questo lo scarno testo del documento firmato da Raffa:
Registro i contenuti del documento recapitatomi a mezzo fax e sono a richiedervi i nominativi degli assessori che vorrete nominati nella costituenda giunta comunale, facendomeli pervenire nella giornata odierna stante l’esigenza improrogabile di garantire comunque un governo alla città.

Insomma, Raffa prende atto che la coalizione gli ha riconosciuto la nomina di due assessori, e chiede gli 11 nomi della lista. Il Pdl, da un lato, chiamato dai partiti minori a un’assunzione di responsabilità, come già emerso dalla prima riunione interpartitica di lunedì sera, potrebbe dare l’ok riducendosi a 9 i posti, rispetto ai 10 che aveva nella precedente giunta, cedendo quindi un assessore al sindaco. Michele Raso o Antonella Freno, tra loro due a sentire le chiacchiere che circolano tra i bene informati uno dei nomi che uscirà dalla squadra di governo.
Questa sera i partiti della coalizione si vedranno, e discuteranno dell’ultimo fax del sindaco.
Resta da vedere dove sarà pescato l’altro posto. Udc e Partito Repubblicano, infatti, dalle indiscrezioni che trapelano non sembrano affatto intenzionati a fare un passo indietro. Suggestiva, invece, l’ipotesi che circola riguardo al seggio occupato da “Noi Sud”, e segnatamente dall’assessore Dominique Suraci. In un clima politico ormai surriscaldato oltre misura, con gli occhi dell’opinione pubblica puntati addosso, nella necessità di uscire al più presto da una crisi che ormai ha assunto i connotati di una telenovela estiva, il Sindaco Giuseppe Raffa stretto nell’impossibilità di tirare ancora alle lunghe l’assenza di una giunta, potrebbe accettare un ulteriore compromesso, che dovrebbe salvare capra e cavoli. Dominique Suraci, infatti, uscirebbe dalla porta per rientrare dalla finestra: nominato assessore della nuova giunta non più in quanto “rivendicato” dalla compagine “Noi Sud”, bensì in quanto nome “di fiducia” dello stesso sindaco Raffa.

Tanto rumore per nulla? Sfiducia, dimissioni annunciate e poi ritirate, revoca di 10 assessori, nomina di 3 assessori, azzeramento della giunta, riunioni e consultazioni. Alla fine la Giunta Raffa sarebbe composta da 12 degli stessi assessori di prima, salvo un solo nome in quota Pdl sostituito, probabilmente, da Carlo Porcino, il commercialista reggino della triade inizialmente richiesta dal sindaco facente funzioni.
La politica, d’altronde, è l’arte del fare e disfare, in questo caso ha dato prova del contrario, disfare per poi rifare. Ulisse è stato solo di passaggio a Scilla, non è certo palazzo San Giorgio il posto giusto per mettersi al lavoro sulla tela di Penelope, e molto probabilmente la soluzione alla crisi arriverà al più presto, forse entro domani, anche perché nessuno dei protagonisti, né gli assessori, né i partiti, né il sindaco né i consiglieri comunali, sarebbero contenti di fare, in questa lunga “odissea” politica, la figura dei proci.

About the Author

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo