mercoledì 25 aprile 2018 12:29
default-logo

Palermo. Non si ferma all’alt dei Carabinieri, in auto 100 grammi di hashish

Palermo. Nella serata di ieri, una pattuglia dei Carabinieri della Stazione Palermo Mezzo Monreale nell’espletamento di un servizio per la prevenzione e repressione del traffico illecito di stupefacenti e sostanze psicotrope, ha effettuato un controllo, in via Siccheria prossima al quartiere “Zisa”, dell’autovettura Smart Micro Compact di colore Blu condotta da un giovane, che all’ALT intimatogli tramite apposito dispositivo catarifrangente dopo aver improvvisamente arrestato la marcia ed essersi fermato a circa 20 metri dal posto di controllo, non ha fatto retromarcia tentando la fuga in direzione piazza Cappuccini.
Mentre è accaduto ciò i Carabinieri hanno rincorso a piedi l’autovettura la quale, dopo aver percorso alcuni metri in retromarcia ha effettuato un’inversione a “U” rovinando contro un muro di cinta che delimita il manto stradale della suddetta via. A seguito dell’impatto il conducente ha perso il controllo del mezzo e solo a quel punto si è riuscito ad immobilizzarlo.
Accompagnato in Caserma l’uomo è stato identificato come Gabriele Cutrera, di Palermo classe 1989, termoidraulico.
A seguito di perquisizione veicolare e personale i Carabinieri, hanno rinvenuto sotto il tappetino lato passeggero una busta di carta di colore bianco – contenente un “panetto” di sostanza stupefacente presumibilmente di tipo “hashish” del peso di circa 100 grammi, mentre sul sedile lato passeggero un borsellino marca Lucky Strike, bianco, con all’interno 83,30 euro in contanti. Sempre sul medesimo tappetino un altro borsellino marca Lucky Strike, colore nero, con all’interno 20 euro in contanti, di cui una banconota da euro 20,00, un attrezzo multiuso tascabile di colore bordò (pinza – coltellino – giravite), nel portaoggetti del bracciolo situato tra i due sedili, un trita erbe di forma cilindrico in metallo e nel pianale della vettura lato passeggero con all’interno due tocchetti di fumo verosimilmente hashish di cui uno avvolto in una bustina trasparente di cellophane del peso di circa 20 grammi, il tutto sottoposto a sequestro a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Gabriele Cutrera, al momento in cui è stato fermato ha riferito ai Carabinieri che l’autovettura da lui utilizzata gli era stata data in prestito, da un amico, risultato poi essere a seguito di accertamenti alla banca dati delle forze dell’ordine un palermitano con alle spalle numerosi precedenti penali. La vettura è stata sottoposta a sequestro ed affidata in custodia giudiziaria a una ditta specializzata. Gabriele Cutrera, è stato arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, nella giornata di ieri è stato sottoposto a giudizio direttissimo presso il locale Tribunale, conclusosi con la convalida dell’arresto e rimesso in libertà.

Gabriele Cutrera

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo