venerdì 27 aprile 2018 08:48
default-logo

Lamezia. Lunedì l’autopsia sul feto morto al “Giovanni Paolo II”

Lamezia Terme (Catanzaro). Domenico Galletta, il sostituto procuratore della Repubblica di Lamezia Terme cui il capo dell’ufficio giudiziario, Salvatore Vitello, ha affidato le indagini sul caso della morte del feto avvenuta giovedì mattina nel reparto di Ginecologia ed Ostetricia dell’ospedale “Giovanni Paolo II”, ha assegnato l’incarico di compiere le analisi per verificarne la dinamica e le ragioni al medico legale Massimiliano Cardamone. Lunedì mattina saranno compiuti, al riguardo, l’esame autoptico, quelli istologici e della placenta. suula base delle informazioni di cui si è in possesso, la giovane 17enne, Valeria, giunta alla quarantunesima settimana di gestazione, nella giornata di lunedì ha avvertito fitte violente alle gambe ed alla schiena che l’hanno indotta a recarsi in ospedale. Durante il ricovero il personale sanitario non ha ravvisato alcuna anomalia nei tracciati cui è stata sottoposta la paziente, a differenza di quanto verificatosi nella mattinata di giovedì quando, in seguito ad una emorragia, è stato compiuto un ulteriore tracciato da cui è emerso che il cuore del feto non dava segni di vita. Il parto cesareo compiuto di lì a poco si è rivelato inutile, essendo il feto già deceduto. Nell’immediatezza dell’episodio, i parenti della giovane, hanno avvisato i carabinieri che, giunti in ospedale, hanno provveduto a sequestrare tutta la documentazione relativa al ricovero ed al parto. Sulla base dell’esito degli esami di lunedì prossimo dai quali si trarranno gli elementi necessari per accertare se il parto cesareo sia stato deciso con colpevole ritardo,  il magistrato deciderà se interrogare medici ed infermieri che hanno avuto in cura la puerpera. Nel frattempo, conoscenti ed amici del quartiere “Mercuri”, quello in cui  è ubicata l’abitazione dove Valeria ed il marito 24enne, Luigi, risiedono con i genitori del giovane, stanno provvedendo a confortare e sostenere la coppia per aiutarla a superare questo difficile momento.

About the Author

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo