mercoledì 25 aprile 2018 14:40
default-logo

Catania. Rinvenuta e sequestrata area nell’Oasi del Simeto adibita a discarica abusiva

Catania. I Carabinieri del Comando Provinciale di Catania, con il supporto del Nucleo Operativo Ecologico e del Nucleo Elicotteri della città etnea, hanno sequestrato un terreno agricolo di circa 3000 mq adibito a discarica abusiva di rifiuti speciali. Grazie ai costanti sorvoli aerei effettuati dall’Elinucleo catanese sull’intera Sicilia Orientale, in contrada Malaventano del Comune di Catania, a ridosso del torrente Gornalunga e dell’area protetta dell’oasi del Simeto, i Carabinieri hanno individuato un’area di circa 3000 mq adibita a punto di raccolta di rifiuti pericolosi provenienti da demolizioni e lavorazioni industriali nonostante l’assenza della previste autorizzazioni. I militari hanno accertato come il materiale non veniva semplicemente accantonato, essendo anzi riutilizzato dai proprietari del fondo per realizzare un ampio piazzale, circostanza che rendeva i rifiuti completamente occultati e, nel contempo, ancora più nocivi, dato che i rifiuti sono stati compattati sul terreno senza alcuna precauzione. Per i titolari del fondo, padre e figlio allevatori originari di Bronte, è scattata la denuncia alla Procura della Repubblica di Catania per gestione illecita di rifiuti, realizzazione di una discarica abusiva e deturpamento di bellezze naturali. Le indagini sono ancora in corso per verificare il circuito di provenienza del materiale rinvenuto nell’area.

About the Author

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo