mercoledì 25 aprile 2018 10:20
default-logo
La legge è uguale per tutti

Sequestro Cartisano: i giudici respingono la richiesta di revisione del processo

Catanzaro. La protesta inscenata dai familiari dei fratelli Modafferi e concretizzatasi salendo sul tetto del Municipio di Africo non ha sortito alcun effetto. La Corte d’Appello di Catanzaro, infatti, ha respinto l’istanza di rivedere il processo che condannò alla pena di 30 anni di carcere Carmelo, Leo Pasquale e Santo Modafferi oltre a Santo Glicora, per aver rapito nell’estate del 2003 il fotografo Adolfo “Lollò” Cartisano. L’uomo non fece più ritorno a casa perdendo la vita nel corso della detenzione forzata. L’istanza di rivedere il processo era fondata, a parere dei legali dei condannati sulle nuove prove emerse successivamente al pronunciamento della sentenza, compresa la dichiarazione resa da Giovanni Criaco che si assunse le responsabilità del rapimento scagionando i fratelli Modafferi e Glicora.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo