domenica 22 aprile 2018 00:58
default-logo

Sequestrata un’area di 7.000 metri quadri a Torre Lupo

Reggio Calabria. Continuano le attività a tutela del demanio marittimo da parte degli uomini della Capitaneria di Porto di Reggio Calabria. Su disposizione della Procura della Repubblica di Reggio Calabria, a seguito di circostanziata informativa redatta nell’ambito della redazione del primo documento programmatico regionale di mappatura delle coste calabresi, sono stati posti i sigilli ai locali di un noto ristorante, ubicato in località Torre Lupo a Reggio Calabria. Nello specifico, si è accertato che la ditta che gestiva l’attività commerciale, non era in possesso della concessione demaniale marittima che ne legittimasse l’occupazione e l’utilizzo e non era in regola con il pagamento degli indennizzi allo Stato per le pregresse occupazioni negli anni perpetrate. La ditta in questione occupava, peraltro, alcuni  fabbricati adibiti a depositi e uffici ed un’area esterna che nel periodo estivo veniva utilizzata come pizzeria/ristorante e pista da ballo. L’intera area demaniale marittima posta sotto sequestro su disposizione  del gip  del Tribunale di Reggio Calabria  ammonta a circa 7.000 mq. Le aree e gli immobili sono stati affidati in custodia al responsabile del servizio demanio marittimo del Comune di Reggio Calabria, ente competente in materia di gestione del demanio marittimo. Si evidenzia infine che l’area in argomento dovrebbe essere interessata dai lavori appaltati dal  Comune di Reggio Calabria per la realizzazione del “Parco Lineare Sud”.

About the Author

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo