mercoledì 25 aprile 2018 20:26
default-logo

Firmato il protocollo d’intesa: destinati 180 milioni di euro agli aeroporti calabresi

Roma. Questa mattina, a Roma, nella sede della Regione, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, l’Enac, l’Enav, la Regione Calabria e le società di gestione degli scali calabresi hanno firmato un Protocollo d’intesa per investimenti destinati a opere di adeguamento e potenziamento funzionali degli aeroporti di Crotone, Lamezia Terme e Reggio Calabria. Il Protocollo odierno, che aggiorna le risorse disponibili e riunisce in un unico documento due precedenti accordi del 2009, è stato firmato per la Regione Calabria dal presidente Giuseppe Scopelliti, per l’Enac dal presidente Vito Riggio, per l’Enav S.p.A. dal direttore generale Massimo Garbini, da Luciano Novella per il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, per la Sacal S.p.A. dal presidente Vincenzo Speziali; per la Sogas S.p.A. dal presidente Pasquale Bova, per l’Aeroporto S. Anna Crotone S.p.A. dal presidente Roberto Fortunato Salerno.

Le risorse comunitarie, nazionali e regionali per interventi aeroportuali nella Regione Calabria, per un totale di circa 180 milioni di Euro, saranno destinate agli interventi oggetto del presente Protocollo di Intesa secondo la seguente ripartizione:

Aeroporto di Crotone: 44.985.061 euro per interventi di messa in sicurezza del sedime aeroportuale; ristrutturazione ed ampliamento dell’aerostazione; riqualificazione e prolungamento della pista di volo 17/35; adeguamento normativo, riassetto funzionale e distributivo dell’aerostazione passeggeri; completamento della nuova torre di controllo; installazione ADS-B; interventi di adeguamento  e potenziamento infrastrutture di volo; Installazione di nuove radioassistenze (ILS, VDF); implementazione Data Link VDL 2.

Aeroporto di Lamezia Terme: 69.288.978 euro per Center Line e apparecchiature AVL; ampliamento piazzali aeromobili; bretella collegamento via di rullaggio con testata 28; completamento impianti pista di volo testata 28; adeguamento strip; adeguamento impianti smistamento e controllo bagagli da stiva 100% alla normativa di riferimento; opere complementari alla riqualifica area di manovra; nuova aerostazione passeggeri – 1° lotto funzionale; installazione di nuove radioassistenze (acquisto nuovo ILS); adeguamento dei sistemi meteo relativi agli emendamenti Icao; installazione ADS-B; implementazione Data Link VDL 2.

Aeroporto di Reggio Calabria: 52.092.554 euro per potenziamento ed ammodernamento delle apparecchiature elettriche installate; interventi di miglioramento safety e security aeroportuale; interventi di miglioramento safety e security aeroportuale – II fase; interventi di potenziamento, ammodernamento e riqualificazione delle infrastrutture di volo; interventi di spostamento della viabilità perimetrale; implementazione infrastrutture di volo; implementazione dell’impianto smistamento bagagli; prolungamento pista di volo; riqualifica aree adiacenti piazzali di sosta aeromobili; segnaletica interna e arredi per la nuova aerostazione passeggeri; adeguamento dei sistemi meteo relativi all’emendamento 73 Icao; installazione di nuove radioassistenze (acquisto nuovo ILS); lavori di ristrutturazione riguardanti la TWR, blocco tecnico, siti remoti, ex palazzina meteo e sistemazioni esterne; realizzazione WAM-GS; copertura radio TBT; implementazione sistemi meteo aeroportuali.

A ciò vanno aggiunti 11,5 milioni di euro a carico dell’Enav per interventi di rilevanza regionale quali la fornitura del radar ‘Calabria’, opere civili e installazione radar. Gli interventi saranno eseguiti dall’Enav S.p.A. e dalle società di gestione aeroportuale Sacal S.p.A., Sogas S.p.A., Aeroporto S. Anna Crotone S.p.A. che si impegnano ad attuarli nei tempi previsti dalla regolamentazione di riferimento per le diverse fonti finanziarie e si impegnano altresì a garantire la disponibilità della propria quota di finanziamento. L’ENAC e la Regione Calabria, ognuna per la propria competenza, definiranno e sottoscriveranno con le società di gestione le convenzioni di finanziamento necessarie per avviare, con la massima urgenza, la realizzazione delle opere finanziate. Il presidente della Regione Calabria Giuseppe Scopelliti ha dichiarato: “C’è grande soddisfazione per la firma di questo protocollo d’Intesa, una risposta importante del governo Nazionale e locale per tutti i calabresi. L’intenzione è quella di puntare a migliorare l’intero sistema aeroportuale della nostra Regione, contribuendo notevolmente allo sviluppo economico dell’intero territorio. L’entità dello sforzo profuso è testimoniata dall’importo complessivo degli investimenti pari a circa 180 milioni di euro, 52 mln di euro per l’aeroporto di Reggio Calabria, 69 mln per quello di Lamezia e 45 mln per lo scalo di Crotone. Gli interventi messi in campo, in gran parte immediatamente cantierabili, consentiranno all’intero sistema aeroportuale regionale di essere competitivo ed efficiente, non solo su scala nazionale ma anche internazionale”. Il presidente dell’ENAC Vito Riggio ha, invece, evidenziato che: “Questo Protocollo d’intesa aggiorna il precedente documento con nuovi e importanti investimenti, come il sistema meteo previsto nell’Aeroporto di Reggio Calabria, a ulteriore garanzia della sicurezza del volo e della qualità dei servizi offerti ai passeggeri, contribuendo, al contempo, allo sviluppo economico del territorio di cui gli aeroporti costituiscono un volano”. “Questo accordo – ha spiegato Massimo Garbini, direttore generale di ENAV – nato da una grande collaborazione di tutti i soggetti interessati, permette di realizzare importanti investimenti infrastrutturali e tecnologici, che consentiranno agli scali calabresi di modernizzarsi e di affrontare la sfida del mercato dei prossimi anni. Per ENAV significa implementare infrastrutture fondamentali quali torri di controllo, sistemi meteo, radioassistenze e sistemi di sorveglianza in linea con la nuova piattaforma tecnologica di gestione del traffico aereo coerente con la regolamentazione sul Cielo Unico Europeo”.

About the Author

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo