lunedì 23 aprile 2018 11:43
default-logo

Condofuri. La Guardia Costiera sequestra un’area di circa 30.000 mq occupata da un villaggio turistico

Condofuri (Reggio Calabria). Continuano le attività a tutela del demanio marittimo da parte degli uomini della Capitaneria di Porto di Reggio Calabria. Su disposizione della Procura della Repubblica di Reggio Calabria, a seguito di circostanziata informativa, redatta nell’ambito della redazione del documento programmatico regionale di mappatura delle coste calabresi, sono stati posti i sigilli ai locali di un noto villaggio/camping turistico, ubicato in località Condofuri marina.
Nello specifico si è accertato che la ditta che gestiva la struttura commerciale, non era in possesso della concessione demaniale marittima che ne legittimasse l’occupazione e l’utilizzo, era sprovvista di autorizzazioni in materia paesaggistico ambientale e sismica, nonché non era in regola con il pagamento degli indennizzi allo Stato per le pregresse occupazioni negli anni perpetrate. Oltre all’area demaniale la ditta occupava aree patrimoniali e fluviali limitrofe al torrente Amendolea.
L’intera area posta sotto sequestro su disposizione dei Sostituti Procuratori della Procura della Repubblica di Reggio Calabria Dott. Sferlazza e Dott. Musolino nell’ambito del PP 2742/2011/21 ammonta a circa 30.000 mq. Le aree e gli immobili sono stati affidati in custodia all’indagato senza facoltà d’uso. Si evidenzia infine che l’area oggetto del sequestro è qualificata a rischio idraulico “R4” nonché a forte erosione costiera.

About the Author

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo