domenica 22 aprile 2018 00:53
default-logo

Cosenza. L’assessore Hauser ha inaugurato la nuova campagna “Fido t’affido”

Cosenza. Riparte da Piazza XI settembre la campagna per l’adozione canina “Fido t’affido”, con il sostegno sempre più convinto dell’Amministrazione comunale schierata al fianco dell’Azienda sanitaria provinciale, della Lega Antivivisezione (Lav) e dell’Oipa(Organizzazione per la protezione degli animali) nell’intento di dare una casa ai cani attualmente ospitati nel canile sanitario comunale di Donnici.
Ieri, il nuovo corso della campagna “Fido t’affido” (l’iniziativa sarà ripetuta il primo sabato di ogni mese) è stato inaugurato dall’assessore alla Sostenibilità ambientale del Comune di Cosenza Martina Hauser che ha partecipato direttamente alla manifestazione di Piazza XI settembre per far sentire la sua vicinanza ai cuccioli e meno cuccioli in predicato di essere adottati e che per l’occasione sono stati trasferiti in piazza dal canile municipale di Donnici.
“Una delle prime cose che abbiamo fatto appena ci siamo insediati – ha sottolineato l’assessore Hauser – è stata proprio la verifica della situazione del canile sanitario comunale di Donnici. Una situazione difficile che abbiamo affrontato con l’aiuto di un team di collaboratori del Ministero dell’Ambiente, con i quali abbiamo iniziato a lavorare per ripristinare la funzionalità del canile e renderlo operativo, pulito e organizzato. E ci stiamo pian piano riuscendo, attraverso la realizzazione di interventi straordinari di pulizia e manutenzione che stiamo portando avanti insieme ad un’opera di bonifica e di risanamento più complessiva della struttura.
In parallelo – ha detto ancora l’assessore Hauser – abbiamo ritenuto giusto riattivare la campagna “Fido t’affido” che ci ha consentito di dare in adozione già il primo dei 40 cani attualmente ospitati nel canile di Donnici. Un numero che contiamo di portare a 150, non appena saranno ultimati i lavori, anche se è nostra intenzione ampliare la struttura fino a 200 cani per non disperderli in canili rifugio lontani dalla città. Puntiamo, infatti, a non mandare i cani in canili rifugio lontani e scomodi da raggiungere, ma a tenerli a Donnici in un ambiente ben curato e favorendo le adozioni da parte della popolazione. Al momento, il Comune di Cosenza è convenzionato con un canile sanitario a Cassano allo Ionio e 3 canili rifugio (a Oppido Mamertina, Gioia Tauro e Rocca di Neto), ma migliorando la struttura comunale di Donnici non sarà più necessario mandare i cani così lontano con costi elevati”.
Chi intende aderire alla campagna di adozione canina riavviata ieri ha a disposizione anche una pagina che l’assessorato alla Sostenibilità ambientale ha aperto su Facebook (Canile Comunale di Cosenza – Donnici), e che viene quotidianamente aggiornata con foto, informazioni e segnalazioni dei cani disponibili per l’adozione.
“Così facendo – ha commentato ancora Martina Hauser – abbiamo cominciato ad allargare il fronte del social network, confidando nel bel gesto di chi dovrà decidere per l’adozione”.
Chi intenderà adottare i cani avrà a disposizione anche un numero di telefono, (0984 781038, del canile comunale di Donnici) e un conto corrente del Comune a cui versare donazioni in favore dei cani del canile comunale (c/c n° 301895 intestato a “Comune di Cosenza” causale: CANILE). I fondi raccolti verranno utilizzati per comprare cibo per gli ospiti a quattro zampe della struttura.
Ma l’azione dell’assessorato alla Sostenibilità ambientale in favore dei migliori amici dell’uomo non si ferma qui.
E’ stato, infatti, già istituito un nucleo operativo con la polizia municipale e il servizio sanitario locale per intensificare catture e controlli e per intervenire attivamente sul problema del randagismo canino in città.
“I primi risultati della campagna per la cattura dei cani vaganti – ha detto ancora Martina Hauser – sono incoraggianti. Nel termine di sei mesi contiamo di ripulire la città dal randagismo”. Altri obiettivi riguardano la partecipazione dell’assessorato alla Sostenibilità ambientale a un bando di concorso regionale per ottenere fondi al fine di disegnare e realizzare un ambizioso progetto, in modo che la struttura di Donnici diventi un vero e proprio luogo di incontro ed educazione ambientale, sia per le scuole che per le famiglie, dove affrontare, in un luogo piacevole e attrezzato, i temi della protezione degli animali e della lotta al randagismo.
Accanto a questo, c’è poi l’altro obiettivo di ridare vitalità all’ufficio Diritti degli animali, avviando un costruttivo tavolo di dialogo con le associazioni ambientaliste, il servizio veterinario e la Polizia municipale.

 

About the Author

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo