giovedì 26 aprile 2018 07:16
default-logo

Concluse le manifestazioni regionali sui 150 anni dell’Unita’ d’Italia

Catanzaro. È stato Ernesto Galli Della Loggia, insieme ad Aldo Schiavone, a concludere, a Catanzaro nella sala concerti comunale, le manifestazioni promosse dall’assessorato alla Cultura sui 150 anni dell’Unità d’Italia dal titolo “Le ragioni degli altri”. Durante la presentazione del libro di Galli Della Loggia e Schiavone “Pensare l’Italia” – informa una nota dell’ufficio stampa della Giunta regionale – sono stati proiettati due corti con accompagnamento musicale dal vivo di Marco Dalpane: “Anita Garibaldi” (1910) di Mario Caserini e “Le nozze d’oro” (1911) di Luigi Maggi. A seguire, nell’Auditorium “Casalinuovo, si è tenuto l’unico concerto in Calabria dei “YO YO Mundi”. Inoltre, nella mattinata è stata inaugurata la mostra fotografica itinerante “150: Italia Unita”, che verrà collocata stabilmente in uno dei musei della regione. “Un confronto autentico – ha detto l’assessore alla Cultura Mario Caligiuri nel commentare le manifestazioni – e una liberazione di energie, un’operazione culturale dalla Calabria si è proiettata all’Italia facendo diventare la nostra regione un luogo di approdo dei più significativi intellettuali italiani, mettendo in mostra contemporaneamente i nostri talenti musicali e artistici: da Otello Profazio a Peppe Voltarelli. Una mostra fotografica appositamente allestita e la proiezione di film, hanno sottolineato questo momento di riflessione fuori dal coro sull’Unità d’Italia vista da Sud”. Le iniziative si sono svolte dal mese di ottobre e hanno toccato undici Comuni, protagonisti in vario modo degli eventi risorgimentali: Taverna e Soveria Mannelli, Mongiana e Melito Porto Salvo, Pizzo e Crotone, Rovito e Gerace, Santo Stefano d’Aspromonte e Rossano e infine Catanzaro. In questi luoghi i calabresi hanno incontrato i più importanti intellettuali italiani che hanno recentemente contribuito con i loro libri a riflettere sul passato, il presente e il futuro del nostro Paese: Pino Aprile e Marcello Veneziani, Giordano Bruno Guerri e Pasquale Chessa, Vittorio Daniele e Lino Patruno, Massimo Teodori e Gigi Di Fiore.

 

About the Author

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo