venerdì 20 aprile 2018 12:39
default-logo

Polistena. Arrestato dai Carabinieri il rapinatore delle tabaccherie e dei distributori di benzina

Polistena. All’alba di questa mattina, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri di Taurianova, diretta dal capitano Giulio Modesti, e della Stazione Carabinieri di Polistena hanno tratto in arresto Gianluca Bruzzese, 20enne di Polistena, accusato di essere l’esecutore di diverse rapine che sono state perpetrate ai danni di distributori di benzina e tabaccherie a Polistena, tra ottobre e novembre 2011. Le indagini sono state dirette dalla Procura della Repubblica di Palmi e coordinate dal sostituto procuratore Giulia Pantano, e si sono concluse con l’emissione di un ordine di custodia cautelare in carcere emesso dal gip di Palmi, Fulvio Accurso.

In particolare di seguito vengono descritti gli eventi delittuosi da cui sono partite le indagini:

  • In data 11.10.2011 veniva consumata la prima rapina ai danni di un bar tabacchi;
  • In data 13.10.2011, la seconda rapina ai danni dell’area di servizio ENI, sita sull’S.G.C. Ionio – Tirreno, in contrada Primogenito di Polistena, dove veniva asportata la somma contante di 1.300,00 euro circa;
  • Il 15 Ottobre 2011, veniva tentata una rapina presso l’impianto di carburante Q8, sito alla via A. Gramsci di Melicucco, in questo caso i malviventi venivano messi in fuga da un gesto istintivo del gestore. Poco dopo, alle ore 19:45 circa dello stesso 15 ottobre, presso la tabaccheria-lotto Gambardella, sita in Polistena alla via Santa Marina, due soggetti, ponevano in essere un’altra rapina, asportando la somma contante di euro 800,00.
  • In data 21 Ottobre 2011, alle ore 19:30 circa, l’ultima rapina ai danni dell’area di servizio IP, sita sull’S.G.C. Ionio – Tirreno, in contrada Primogenito di Polistena, dove veniva asportata la somma contante euro 500,00 circa.

In tutti i casi i rapinatori erano sempre due individui, uno dei due era sempre armato di una pistola a tamburo, indossavano sempre dei caschi da motociclista e passamontagna per travisare i loro volti ed arrivavano sempre a bordo di un grosso scooter Yamaha T-Max di colore scuro.
Dall’analisi di questi elementi e a seguito di una serrata attività info-investigativa condotta dal Comando Stazione Carabinieri di Polistena, è stato individuato un giovane soggetto di interesse operativo polistenese, Gianluca Bruzzese, che per connotazione fisica e condotta, poteva essere ricondotto ad uno dei due rapinatori.
I carabinieri quindi hanno individuato un piccolo edificio disabitato, in uso al Bruzzese, all’interno del quale è stato individuato lo scooter Yamaha T-max di colore scuro, e il casco serigrafato di colore bianco, utilizzati da uno dei malviventi nel corso delle rapine. Il rinvenimento dello scooter e del casco ha rappresentato quindi una svolta rilevante nelle indagini condotte per i pregressi episodi delittuosi, poiché ha consentito di attribuire in capo a Gianluca Bruzzese, già fortemente sospettato, la disponibilità del mezzo usato per commettere le rapine, ma soprattutto la disponibilità del casco, che dalla comparazione fotografica, risulta essere identico per colore, modello e marca a quello utilizzato dal rapinatore armato durante la rapina perpetrata presso il distributore ENI. Anche le indagini tecniche svolte dal Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri di Taurianova, hanno consentito di confermare i riscontri. Le indagini continuano per individuare il complice.

Polistena. Arrestato dai Carabinieri il rapinatore delle tabaccherie e dei distributori di benzina

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo