giovedì 26 aprile 2018 07:31
default-logo

Cosenza. Canile municipale nel bilancio dell’Assessore Hauser: “Da settembre intensificate promozione dei diritti degli animali e lotta al randagismo

Cosenza. Un bilancio soddisfacente quello tracciato dall’assessore alla Sostenibilità ambientale Martina Hauser prima della pausa di Ferragosto. Tra gli interventi che hanno caratterizzato l’operato dell’Assessorato, nel primo anno dell’Amministrazione Occhiuto, figurano soprattutto l’ammodernamento del canile comunale di Donnici e la lotta al randagismo. Due degli obiettivi verso i quali si è diretta l’azione dell’assessore Martina Hauser che per il prossimo mese di settembre annuncia un’intensificazione degli sforzi sia sul versante della promozione dei diritti degli animali che su quello del contrasto al fenomeno del randagismo. “Il randagismo – sottolinea l’assessore Hauser – è un fenomeno grave ed è un problema che riguarda l’igiene sanitaria e la sicurezza, oltre che la difesa e la tutela degli animali. Il Ministero della Salute ha creato un Fondo per la lotta all’abbandono e la legge regionale del ’90 ha istituito l’anagrafe canina e misure per la prevenzione del randagismo e per il corretto rapporto uomo-animale-ambiente. Un terreno – ha detto ancora Martina Hauser – sul quale siamo direttamente impegnati con il coinvolgimento di tutte le istituzioni e le associazioni animaliste.” Di seguito, l’elenco delle attività svolte fino ad oggi e che necessitano di ulteriore supporto e implementazione, al fine di garantire un efficiente servizio ai cittadini in materia di pubblica sicurezza e qualità igienico-sanitaria.

Interventi strutturali

Dopo una verifica delle condizioni del canile municipale, chiuso per inagibilità durante l’amministrazione precedente, è stata effettuata una ricognizione degli interventi di ripristino e dal luglio 2011 lo spazio del canile è stato sottoposto a lavori di bonifica e ammodernamento volti a rendere la struttura non solo nuovamente agibile ma più efficiente. Accanto a una riorganizzazione degli spazi ed alla costruzione di un reparto per il ricovero dei cuccioli sotto i 3 mesi e un reparto per i cani con malattie infettive, è stata completata anche la costruzione di un impianto solare termico per fornire acqua calda e riscaldamento in supporto all’impianto a GPL.

Censimento dei cani nei Canili Rifugio e trasferimento al Canile di Donnici

Al momento dell’insediamento della nuova amministrazione il Comune di Cosenza si prendeva cura di circa 700 cani ed era convenzionato con un canile sanitario a Cassano allo Ionio (n. 50 cani) e tre canili rifugio a Oppido Mamertina (n. 128 cani censiti), a Gioia Tauro (n.250 cani censiti), e Rocca di Neto (n. 170 cani). L’obiettivo dell’assessorato è stato, da un lato, riaprire il canile comunale di Donnici al fine di riavvicinare alla città capoluogo tutti quei cani ricadenti sotto la responsabilità del Comune ma affidati a queste strutture convenzionate lontane dalla città. Dall’altro si è data ai cittadini la possibilità di far visita ai cani ed eventualmente adottarli.

Proposta ampliamento canile municipale di Donnici

In questo contesto si inserisce la volontà di preparare una proposta progettuale di ampliamento del canile municipale che non solo comporti la costruzione di nuovi box per poter ospitare più cani, ma anche la riqualificazione dell’area e dell’intero concetto di canile trasformandolo in un ospedale veterinario con annesso reparto adozioni. L’idea è quella di realizzare un centro polifunzionale, presso le già esistenti strutture comunali presenti nella frazione di Donnici Inferiore, volto ad offrire un servizio intercomunale ricreativo e di educazione ambientale e sanitaria in favore di una corretta interazione uomo-animale.

Ordinanza per censimento, sterilizzazione e re immissione dei cani randagi

È stata predisposta un’ordinanza per il censimento, la sterilizzazione e la re immissione sul territorio dei cani randagi al fine di attuare un programma di prevenzione del fenomeno del randagismo, effettuato in collaborazione con il Servizio Veterinario dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Cosenza.

Collaborazione con LAV e OIPA

Un protocollo d’intesa, siglato con le associazioni animaliste LAV e OIPA, permette ai volontari di queste ultime di accedere al canile per supportare le attività di gestione e in particolare condurre i cani nello sgambatoio.

Comunicazione

Per sensibilizzare la popolazione e fornire un canale di scambio e comunicazione con la popolazione su questo argomento, sono stati attivati:

• un indirizzo e-mail ([email protected]) e un numero di telefono (0984 813 909) dedicati al canile comunale;

• un sito web (http://www.canilecosenza.it/index.php), una pagina Facebook (Canile Comunale di Donnici) che oggi conta circa 1500 sostenitori, un account Twitter e Tumblr che pubblicizzano le iniziative del canile;

Inoltre sono state avviate numerose campagne di informazione e sensibilizzazione per la corretta detenzione degli animali e per l’anagrafe canina

Fido T’affido

Aderendo ad una proposta del Servizio Veterinario e in collaborazione con le associazioni ambientaliste LAV e OIPA, è stata riavviata la partecipazione del Comune di Cosenza all’iniziativa “Fido t’Affido”, con la quale a cadenza settimanale vengono portati alcuni cani del canile municipale nelle piazze della città al fine di sensibilizzare la popolazione e favorire le adozioni.

Fund-raising

È stato istituito un conto corrente dedicato alle donazioni e alle adozioni a distanza (c/c n. 001003932629 e IBAN IT08S0760116200001003932629) volto a raccogliere fondi per migliorare le condizioni dei cani ospitati nel canile.

Regolamento adozioni a distanza

È stato inoltre approvato dalla Giunta Comunale, un regolamento per le adozioni a distanza dei cani ospitati presso il canile municipale in modo da dare la possibilità ai cittadini che vorrebbero un cane, ma che non hanno le condizioni per tenerlo, di stabilire comunque un rapporto con l’esemplare da loro scelto tra quelli accuditi dal canile comunale di Donnici e contribuire al suo sostentamento.

Nucleo operativo per le catture

Al fine di tutelare la sicurezza dei cittadini e l’igiene urbana, è stata promossa l’istituzione di un nucleo operativo in collaborazione con la Polizia Municipale e l’Unità Operativa del Servizio di Igiene Urbana e Veterinaria dell’ASP locale per intensificare catture e controlli per intervenire attivamente sul problema del randagismo canino nelle strade di Cosenza.

Sportello OIPA

A supporto di questo nucleo operativo è stato avviato anche un rapporto di collaborazione con le guardie Eco-Zoofile dell’OIPA ed è stato procurato loro uno spazio da adibire a “sportello cittadino” presso cui la popolazione può rivolgersi per segnalare casi di maltrattamento di animali, richiedere informazioni o sottoporre richieste di aiuto sempre in relazione alla convivenza con gli animali in città.

Revisione Regolamento Tutela Animali

Per migliorare la convivenza con gli animali in città si è avviata la revisione del Regolamento Comunale per la Tutela degli Animali di Cosenza, in vigore dal 2003, al fine di renderlo più efficace e meno soggetto a possibilità di interpretazioni arbitrarie.

Dossier: Buone pratiche per la Lotta al Randagismo e la Tutela degli Animali d’Affezione

È stato redatto un testo che intende essere strumento concreto ed efficace per le Amministrazioni perché possa affrontare le problematiche legate al rapporto uomo-animale e soprattutto al dilagante problema del randagismo canino in maniera consapevole ed accurata.

Educazione nelle scuole

In collaborazione con l’assessorato alla formazione della coscienza civica e l’ASP è stato avviato un progetto educativo per la tutela degli animali nelle scuole primarie. L’obiettivo è la sensibilizzazione degli studenti al giusto rapporto uomo-animale-ambiente e la conoscenza dei diritti degli animali.

Gatti

Sul fronte della tutela dei gatti, è stata riconosciuta la prima colonia felina e sono state attivate le sterilizzazioni da parte del Servizio Veterinario.

 

 

 

About the Author

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo