mercoledì 25 aprile 2018 07:01
default-logo
Carabinieri

Lamezia Terme. Tre arresti dei Carabinieri per estorsione ai danni di due prostitute

Lamezia Terme (Catanzaro). Nella giornata di domenica, i Carabinieri della Stazione di Falerna, unitamente al Nucleo Operativo di Lamezia Terme e la Stazione di Nocera Terinese, hanno tratto in arresto rispettivamente Luca Occhiuto, di 36 anni, Minchov Rosen Bonkov, di 24 anni, e Fannan Azzeddine, di 26 anni. L’attività è emersa a seguito della richiesta di ausilio di due cittadine colombiane che all’interno di un’abitazione nella zona, soprattutto nel periodo invernale, sono dedite alla prostituzione. Gli eventi si sono realizzati nel giro di 3 giorni, all’inizio un normale abboccamento tramite telefono, utilizzando i numeri nelle inserzioni erotiche sui giornali e su internet, si è trasformato in un vero e proprio assalto orchestrato da tre soggetti, che si ergevano quali “responsabili” della zona, gente in grado di poter “tutelare”, invitando e avvisando le due donne a cedere, con la forza intimidatrice, la somma di 50/100 euro a settimana.
Le due donne inizialmente impaurite e restie a tutelarsi – anche per il loro “lavoro” – dietro la protezione dei Carabinieri, esasperate e in preda alla paura, hanno deciso dopo due giorni di recarsi al locale Comando Stazione di Falerna per sporgere denuncia segnalando e illustrando che i tre estortori sarebbero giunti a prelevare il denaro nella giornata di domenica. E’ stato dunque predisposto nel pomeriggio un servizio ad hoc di polizia giudiziaria al fine di cogliere i rei nella flagranza della ricezione del denaro. Più pattuglie hanno monitorato la zona riuscendo a cogliere nel Fannan il cosiddetto palo posto sulla SS. 18, mentre gli altri due, Rosen e Occhiuto si sono presentati nell’abitazione delle due donne, hanno prelevato il denaro loro richiesto ribadendo alle donne di essere sempre puntuali nel pagamento. La scena è stata completamente osservata da un dispositivo di 10 Carabinieri, che, concretizzatasi l’estorsione, hanno bloccato immediatamente i 3 accusati della richiesta estorsiva. Prontamente i tre sono stati condotti presso gli Uffici del Comando Compagnia di Lamezia Terme dove sono stati dichiarati in stato di arresto e condotti presso la locale casa circondariale a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Tutta il denaro è stato riconsegnato alle legittime proprietarie.

Flickr Album Gallery Powered By: Weblizar

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo