domenica 22 aprile 2018 14:06
default-logo

L’assessore Trematerra per 5 ore dal pm Bruni: “Estraneo alle accuse”

Catanzaro. L’assessore regionale Michele Trematerra, destinatario di un avviso di garanzia emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Catanzaro, Direzione distrettuale antimafia, “appena ricevuta la comunicazione da parte della Procura della Repubblica, ha subito inteso chiedere al Procuratore di essere sottoposto ad interrogatorio”. Lo rende noto il legale dell’esponente politio dell’Udc, avvocato Sergio Calabrese. “Il magistrato, Pierpaolo Bruni, con grande senso di responsabilità ed attenzione per le istituzioni – si legge in una nota stampa – ha provveduto, immediatamente, a sottoporre ad interrogatorio Trematerra. L’atto istruttorio, durato cinque ore, ha offerto la possibilità all’assessore di spiegare tutte le condotte contestate e, soprattutto, di chiarire che questi giammai ha assunto iniziative tese a fornire a chicchessia vantaggi ingiusti. L’agire di Trematerra è stato sempre corretto, rispettoso della legge ed avulso da ogni commistione con ambienti illegali. In ogni caso Trematerra, dichiarandosi estraneo ad ogni addebito e, come detto sopra, rispondendo ad ogni domanda posta dall’ufficio di Procura, ha manifestato la sua più ampia collaborazione e disponibilità all’accertamento della verità e, dichiaratosi sereno, rispetto all’indagine in corso, ha espresso la massima fiducia nella attività dell’autorità giudiziaria”.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo