sabato 21 aprile 2018 23:12
default-logo
Catanzaro Municipio

Catanzaro. Piano triennale lavori pubblici, nel 2014 si spenderanno circa 75 milioni di euro

Catanzaro. Interventi straordinari per circa 45 milioni di euro, manutenzioni ordinarie da 6 milioni 700mila, richieste di finanziamento alla Regione di quasi 4 milioni 220mila euro, mezzo milione per la manutenzione del cimitero di via Paglia e la costruzione di nuovi loculi cimiteriali, 45 milioni 720mila euro, fra fondi comunali, regionali e comunitari, per opere strategiche allo sviluppo delle funzioni direzionali del Capoluogo.
C’è molta carne al fuoco nell’aggiornamento dell’annualità 2014 del Piano triennale dei lavori pubblici, varato dalla Giunta Abramo, per una serie di interventi che serviranno a realizzare ex novo, migliorare o ammodernare infrastrutture e servizi essenziali alla qualità della vita dei catanzaresi. Nello specifico, fra gli interventi di manutenzione straordinaria, grande attenzione è garantita ai depuratori (con 953mila euro), alla rete fognaria (quasi 700mila), al ripristino della sede stradale di località Cucullera (200mila), alla riqualificazione del parco dell’Aranceto (100mila), e alla riqualificazione dell’area Magna Graecia, nella quale sorgerà un Centro fieristico al coperto grazie al finanziamento ministeriale da 5 milioni di euro.
Ammonta a 31 milioni 900mila euro (di cui 14 milioni e mezzo di fondi regionali) la somma prevista per la realizzazione del nuovo sistema depurativo con annessi collettori fognari. Sempre con finanziamenti regionali si procederà alla ristrutturazione della scuola Mazzini (2 milioni 400mila), alla manutenzione dell’Aldisio (mezzo milione) e alla riqualificazione dell’ala di Palazzo Fazzari ceduta, in comodato d’uso, dalla Regione al Comune, per cui sono stati stanziati 400mila euro.
L’Amministrazione comunale ha anche richiesto ulteriori finanziamenti regionali per procedere, fra le altre cose, all’adeguamento sismico di Palazzo De Nobili (2 milioni) e al completamento della sistemazione idrogeologica del quartiere Mater Domini, mentre con i 4 milioni 775mila euro, interamente individuati nelle casse dell’Ente, verranno avviate, fra le altre cose, la riqualificazione dei vicoli dei rioni Maddalena (300mila euro) e San Francesco (290mila).
Corposi gli interventi già finanziati, tramite mutui accesi alla Cassa Depositi e Prestiti, fondi regionali e comunitari o risorse comunali, in strutture dall’elevato valore sociale, sportivo o culturale. Si tratta di una vasta azione mirata all’adeguamento sismico delle scuole Patari (480mila euro) e Rodari (320mila), al potenziamento dell’immobile del Centro di aggregazione giovanile di via Fontana Vecchia (500mila), alla scuola media di Santo Janni (733mila), alla ristrutturazione della scuola di via Forni (2 milioni 850mila), all’arredamento del lungomare (400mila), all’adeguamento normativo del PalaGallo, nel quartiere Corvo (500mila, più altri 200mila comunali), e alla ristrutturazione di quello di via Paglia (250mila). Sono stati stanziati, inoltre, i fondi necessari al completamento dei lavori sulla terrazza del Complesso monumentale del San Giovanni (350mila euro).
È consistente anche la somma riservata alle manutenzioni ordinarie che, sulla base di 6 milioni 700mila euro circa, riguarderanno, fra le diverse opere previste, i fabbricati e le strutture culturali (1 milione 243mila euro), la rete di distribuzione dell’acquedotto (903mila euro), le strade e i parcheggi di pertinenza comunale (1 milione e mezzo).

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo