martedì 24 aprile 2018 22:47
default-logo
Catanzaro Municipio

Catanzaro. La giunta approva il bilancio preventivo 2014 da sottoporre al Consiglio

Catanzaro. C’è il via libera della Giunta comunale alla relazione previsionale e programmatica al bilancio preventivo dell’esercizio finanziario 2014 e agli schemi di bilancio annuale e pluriennale. La riunione dell’esecutivo di Palazzo De Nobili, presieduta nella tarda mattinata di oggi dal sindaco Sergio Abramo, assistito dal segretario generale Vincenzina Sica, ha infatti approvato il documento finanziario e i relativi allegati che saranno sottoposti al vaglio del Consiglio comunale.
Il documento, proposto dal settore servizi finanziari diretto da Pasquale Costantino, e relazionato dall’assessore al ramo, Rosamaria Petitto, prevede che per l’annualità 2014 il totale generale delle entrate e quello complessivo delle spese sia, per entrambe le voci, di 167 milioni 494mila 879 euro.
Le entrate sono così suddivise: tributarie (58 milioni 87mila euro circa); derivanti da contributi e trasferimenti correnti di Stato, Regione o altri enti pubblici (15 milioni 191mila euro circa); extratributarie (15 milioni 587mila circa); da alienazioni, trasferimenti di capitale e riscossioni crediti (33 milioni 675mila circa); accensione di prestiti (25 milioni 156mila circa); servizi per conto terzi (9 milioni 195mila circa); avanzo di amministrazione (10 milioni 600mila circa). Le spese sono così ripartite: correnti (94 milioni 672mila euro circa); in conto capitale (41 milioni 343mila circa); per il rimborso di prestiti (22 milioni 283mila circa, di cui per anticipazioni di cassa 18 milioni circa); da servizi per conto terzi (9 milioni 195mila circa). Sono state approvate, inoltre, le delibere propedeutiche al bilancio, da sottoporre sempre al vaglio del Consiglio. Si tratta dell’adeguamento dell’aliquota base dell’Imu per il 2014, che passa dallo 0,96% a 1,06%; l’istituzione della Tasi (tributo per i servizi indivisibili), che prevede l’aliquota per l’abitazione principale e pertinenze assimilate ad abitazione principale, escluse quelle classificate nelle categorie catastali A1, A8 e A9 (0,12%) e un’aliquota per i fabbricati rurali strumentali (0,1%). Sarà applicata l’aliquota dello 0,0% per le unità immobiliari e le aree edificabili già assoggettate all’aliquota Imu dell’1,06%. La Tasi è destinata al finanziamento dei servizi indivisibili come le spese per l’illuminazione pubblica, la manutenzione del verde pubblico e delle strade, la pubblica sicurezza e la vigilanza (escluse quelle finanziate con i proventi delle violazioni del Codice della strada) per un totale di 9 milioni 693mila euro circa. Sono state riconfermate per il 2014 le tariffe già in vigore per i servizi di refezione e trasporto scolastici, per la concessione e l’utilizzo degli impianti sportivi, e per i seguenti tributi comunali: Tosap ordinaria, imposta comunale sulla pubblicità e diritti sulle pubbliche affissioni, addizionale Irpef, tariffe per l’acquedotto e per la scuola dell’infanzia G. Pepe. Hanno subito modifiche le tariffe per l’accesso all’asilo nido, le cui rette sono calcolate sulla base del modello Isee.
Ha ricevuto l’ok anche l’elenco dei beni immobili di proprietà comunale, non strumentali all’esercizio delle funzioni istituzionali, suscettibili di valorizzazione ovvero di dismissione, da inserire nel piano delle alienazioni e valorizzazioni per il periodo 2014-2016. Approvate, inoltre, la delibera che prende atto del procedimento di pesatura delle nuove aree delle posizioni organizzative e delle alte professionalità e quella relativa alla ripartizione delle quote dei proventi delle sanzioni amministrative pecuniarie per le violazioni previste dal Codice della strada. La pratica, proposta dal settore Polizia municipale diretto dal generale Giuseppe Antonio Salerno, prevede che le somme vadano distribuite per la manutenzione delle strade e della segnaletica stradale, per il potenziamento delle attività di controllo e l’accertamento delle violazioni, per il potenziamento dei servizi e per l’acquisto di automezzi e attrezzature per la Polizia locale. Su proposta dell’area tecnica, diretta da Giuseppe Cardamone, è stata approvata la delibera relativa alle integrazioni per le fasi di monitoraggio al progetto definitivo-esecutivo dell’intervento di consolidamento della frazione Janò, che prevede un importo di 1 milione 530mila euro. Concesso, infine, su proposta del settore cultura diretto da Saverio Molica, il patrocinio gratuito al convegno nazionale organizzato dall’associazione italiana di diritto urbanistico (Aidu), che si terrà il prossimo 27 settembre nel Complesso monumentale del San Giovanni.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo