sabato 21 aprile 2018 13:44
default-logo
Catanzaro Municipio

Catanzaro. Pubblicato l’avviso per l’affidamento in comodato d’uso gratuito del centro sociale polifunzionale in via Lombardi

Catanzaro. È stato pubblicato sul sito del Comune, www.comunecatanzaro.it, (al link http://www.comunecatanzaro.it/index.php/bandi-di-gara/finish/37-2014/296-avviso-pubblico-per-l-affidamento-in-comodato-d-uso-gratuito-dell-immobile-di-proprieta-comunale-sito-in-via-lombardi-destinato-a-centro-polivalente-di-aggregazione-sociale/0), l’avviso pubblico per l’affidamento in comodato d’uso gratuito del Centro di aggregazione sociale polivalente di via Lombardi, nel rione De Filippis. L’avviso scade alle ore 12:00 di lunedì 4 agosto.
L’intento di Palazzo De Nobili è quello di affidare la gestione del Centro ad associazioni o enti che possano garantire lo svolgimento di una serie di attività a favore dell’aggregazione sociale dei cittadini, in particolar modo per quelli in stato di bisogno socio-economico e agli appartenenti alle “fasce deboli” della popolazione (anziani, disabili, giovani), per poter condividere momenti culturali e ludico-ricreativi tramite attività di aggregazione sociale, sportive, ricreative e del tempo libero.
Sono ammessi al bando di gara, “ai sensi dell’art. 35, comma 2, del Regolamento di gestione del patrimonio comunale i seguenti soggetti, singoli o associati in raggruppamento temporaneo: le associazioni e gli enti iscritti nell’apposito Registro delle Associazioni previsto dall’art. 7 dello Statuto di questa Amministrazione comunale (delibera C.C. n. 9 del 26 marzo 2002), se istituito; le associazioni, le fondazioni e le altre istituzioni di carattere pubblico o privato con personalità giuridica, acquisita ai sensi dell’art. 12 c.c. senza fini di lucro; le associazioni non riconosciute, di cui all’art. 36 c.c., che siano dotate di proprio strumento statutario dal quale sia possibile in modo inequivocabile desumere l’assenza di finalità lucrative; altri Enti ed organismi, non ricompresi nei punti precedenti, la cui attività assuma le caratteristiche di pubblica utilità, ex art. 80, comma 1, dello Statuto della Città”.
Il plico di adesione all’avviso, da presentare al settore Politiche sociali del Comune, dovrà contenere, fra le altre cose (tutte indicate nel bando scaricabile on line insieme alla domanda di partecipazione), il piano di gestione con il progetto di utilizzo della struttura.
La valutazione delle proposte progettuali sarà effettuata da una commissione appositamente costituita, nominata dal dirigente del settore Politiche sociali, Antonino Ferraiolo, sulla base dei seguenti criteri e relativi punteggi, per un numero complessivo di massimo 100 punti:
a) Progetto gestionale delle attività proposte – max punti 80, articolato come segue:
– qualità, originalità e caratteristiche sperimentali del piano delle attività in termini di rispondenza
alle finalità: (max punti 60);
– sostenibilità economica del progetto (risorse umane impiegate, finanziamenti propri o da terzi o da
sponsor): (max punti 10);
– modalità di comunicazione e pubblicizzazione delle attività: (max punti 10);
b) Esperienze pregresse ed integrazione con la realtà territoriale ed associativa: (max punti 10);
c) Svolgimento delle proprie attività prevalentemente nel territorio del quartiere De Filippis (max
punti 10).
Qualora la proposta progettuale presentata non totalizzi almeno 51 punti su 100, sarà ritenuta insufficiente e quindi non sarà inclusa nella graduatoria. L’affidamento della gestione verrà disciplinata da una convenzione quadriennale (rinnovabile per altri quattro anni) sottoscritta fra il Comune e il soggetto vincitore del bando di gara. L’immobile, di nuova costruzione, è costituito da una struttura in legno lamellare ad un solo piano, dotata di servizi igienici, da un’area a verde, da un campo sportivo polivalente (per basket e calcetto) e da un campo da bocce.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo