giovedì 26 aprile 2018 17:04
default-logo

Planetario Pythagoras ed Ente Parco promuovono le serate “Favoleggiando sotto le stelle”

Reggio Calabria. Per il secondo anno di seguito l’Ente Parco d’Aspromonte in collaborazione con il Planetario Provinciale Pythagoras, la Società Astronomica Italiana sezione Calabria ha approntato un programma culturale a sfondo scientifico da svolgersi, prioritariamente, nei centri visita del parco ed in alcuni comuni della nostra provincia che ne hanno fatto richiesta. Gli obiettivi che stanno alla base del progetto possono essere così sintetizzati:
– porre le più ampie fasce della popolazione locale e dei turisti a conoscenza della bellezza dell’Aspromonte con un occhio alla corretta divulgazione scientifica con lo scopo di appassionare e incuriosire soprattutto i giovani e i giovanissimi;
– utilizzare l’Astronomia per incrementare il turismo nelle strutture del Parco;
– promuovere i nostri prodotti agroalimentari e l’artigianato artistico locale;
– valorizzazione della natura, intesa come patrimonio innato del nostro territorio e per questo d’imprescindibile importanza, da condividere e tutelare;
– coinvolgere soggetti pubblici e privati nelle attività di animazione e promozione culturale.
Il progetto, strutturato in laboratorio si suddivide in tre fasi:
1. nella prima fase il pubblico ascolterà la lettura di alcuni testi che gli consentirà di scoprire le antiche leggende e la mitologia strettamente connessa alle stelle;
2. la seconda fase sarà centrata sugli aspetti più puramente scientifici relativi agli oggetti celesti trattati nella prima fase;
3. la terza fase sarà dedicata all’osservazione del cielo con gli strumenti.
Il programma approntato mette in evidenza che l’Astronomia è il veicolo emozionale privilegiato per evidenziare che la Scienza è cultura. L’Astronomia, infatti, rappresenta il primo momento di riflessione scientifica, è la più antica forma organizzata di conoscenza e tra tutte le discipline scientifiche è senza dubbio quella che più profondamente ha influenzato e condizionato il pensiero e la struttura stessa della società moderna. Non a caso essa è anche l’unica a cui i Greci hanno dedicato una Musa, Urania. Nella nostra regione, poi, dal denso spessore di storia, l’Astronomia assume significati del tutto particolari. L’Astronomia, infatti, tra le scienze che si sviluppano nella Magna Grecia, ha un posto preminente. Nella nostra Calabria, che affonda le sue radici in quei popoli antichi che hanno costruito il sapere astronomico questa scienza è il testimone di un iter culturale iniziato millenni fa. Un riconoscimento va alle Istituzioni, Ente Parco e Provincia innanzitutto, che sostengono iniziative tese ad incoraggiare e sviluppare un nuovo tipo di turismo non solo vincolato alla bellezza dei luoghi ma anche a proposte culturali a carattere scientifico interessanti ed emotivamente coinvolgenti.
Si parte il giorno 7 Agosto alle ore 21.00 da Gerace dove in collaborazione con il Comune la Coop. Le Pleiadi, La Strada dei Vini e Sapori della Locride sarà organizzata una magica serata di osservazione delle Stelle e degustazione di vini e prodotti tipici aspromontani.
Il programma toccherà i comuni di Sant’Ilario dello Jonio, Palizzi, Ardore, Bagaladi, Mammola Bovalino, Palmi, Dominijanni, Gioiosa Jonica e naturalmente Gambarie e Reggio Calabria. Una serata speciale sarà dedicata ai bambini sulla spiaggia di Spropoli di Palizzi il 10 Agosto, la notte della super Luna. Il programma completo può essere visionato sul sito www.planetariumpythagoras.com.

About the Author
Blogger per caso, giornalista per passione. Iscritta all'Albo dei Pubblicisti dal 2012. Due domicili attivi: a Reggio Calabria e a Milano. Dopo una breve esperienza sulla carta stampata, vincendo la timidezza, scopre la radio con cui continua tutt'oggi a collaborare. Dal 2010 è redattrice di Newz.it. Dal 2015 collabora con la sezione Sociale di Corriere della Sera.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo