venerdì 20 aprile 2018 01:25
default-logo
Stazione Carabinieri Rione Modena, Reggio Calabria

I Carabinieri arrestano due presunti pusher

Reggio Calabria. Nel corso di uno specifico servizio di contrasto allo spaccio di droga predisposto nel capoluogo reggino, i Carabinieri della Stazione di Rione Modena, diretta dal maresciallo capo Andrea Levi, hanno tratto in arresto due uomini per il reato di detenzione ai fini di spaccio e coltivazione illegale di sostanze stupefacenti:
– un 28enne originario della Serbia-Montenegro,
– un reggino di 51 anni, operaio;

poiché, a seguito di perquisizione personale e domiciliare, sono stati trovati in possesso di 50 grammi di sostanza stupefacente tipo “marijuana” e 2 piante di “cannabis indica” dell’altezza di 110 circa cadauna, nonché un bilancino elettronico di precisione, una forbice, un accendino e una busta in cellophane ritagliata.
Alla luce di quanto sopra, i due uomini sono stati immediatamente tratti in arresto e condotti presso la caserma, da dove al termine delle formalità di rito, sono stati posti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria reggina, la quale nel corso della mattinata ha convalidato i due arresti eseguiti dai militari, disponendo la misura degli arresti domiciliari per il serbo-montenegrino e della presentazione alla polizia giudiziaria per il reggino.
Dalla droga sequestrata, a seguito delle analisi qualitative e quantitative, sarebbe stato possibile ricavare complessivamente circa 430 dosi da destinare alla vendita.

 

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo