giovedì 26 aprile 2018 09:19
default-logo

Crotone. Contrasto alla criminalità: i servizi straordinari di controllo del territorio

Crotone. In attuazione delle direttive previste dal piano d’azione nazionale e transnazionale del Ministero dell’Interno denominato “Focus ‘Ndrangheta”, ed in conformità a quanto stabilito in Prefettura in sede di riunione di Coordinamento delle Forze di Polizia, il Questore della provincia di Crotone, Luigi Botte, ha disposto una serie di servizi straordinari volti a fronteggiare il fenomeno della criminalità diffusa nel centro storico di Crotone.
In questo contesto, nel corso di distinte operazioni, a seguito di un controllo presso un esercizio commerciale è stato denunciato il titolare per aver inosservato il provvedimento di chiusura posto in essere dall’Autorità, a sua volta comminato per mancanza di autorizzazione in assenza dei requisiti igienico-sanitari. Il titolare di un Circolo privato, al termine del controllo, è stato sanzionato ai sensi dell’art. 110 del T.U.L.P.S. a seguito del quale sono stati posti sotto sequestro amministrativo 2 videogiochi in quanto non conformi a quanto previsto dallo stesso Testo Unico. Inoltre, nel corso di altra attività, sono stati tratti in arresto due romeni per sfruttamento della prostituzione, mentre altri due stranieri sono stati denunciati sempre per il medesimo reato. Nei giorni successivi, inoltre, ulteriori due cittadini di nazionalità nigeriana sono stati tratti in arresto per tentata rapina, lesioni e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Ieri, alle ore 16.20, personale della Polizia di Stato ha tratto in stato di arresto un crotonese di 37 anni, sottoposto agli arresti domiciliari perché resosi responsabile dei reati di lesione e resistenza a Pubblico Ufficiale. A causa della condotta posta in essere dall’uomo, due Agenti sono rimasti contusi e giudicati guaribile in giorni 3 e 5.
L’attività di contrasto è stata indirizzata anche nei confronti di soggetti sottoposti alla misura degli arresti domiciliari sottoposti a numerosi controlli.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo