giovedì 26 aprile 2018 09:20
default-logo

Palizzi. Carabinieri rinvengono una “santabarbara” e quasi un kg di marijuana, arrestato un idraulico forestale

Palizzi (Reggio Calabria). Nella prima mattina di ieri, i Carabinieri delle Stazioni di Palizzi Marina e Palizzi Superiore, in collaborazione con militari dello Squadrone Eliportato Cacciatori “Calabria” e di unità cinofile per la ricerca di droga e armi del Gruppo Operativo Calabria di Vibo Valentia, hanno tratto in arresto in flagranza di reato, per detenzione abusiva di armi clandestine e produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti o psicotrope, un incensurato 57enne del luogo.
In particolare, a seguito di perquisizione eseguita in un ovile ubicato in Palizzi Centro – in una contrada e nelle relative pertinenze, i Carabinieri hanno rinvenuto, abilmente occultati all’interno di due secchi e di un tubo in plastica interrato, 102 cartucce per fucile cal.12, 6 cal.16, 65 cartucce per pistola cal. 7.65 e 7 cal. 6.35, 8 cartucce Winchester cal. 8, una pistola cal.6.35 con 2 caricatori di cui uno con 7 proiettili inseriti, una pistola cal. 7.65 con due caricatori di cui uno con 6 proiettili inseriti – entrambe con matricola abrasa – un fucile cal.12, marca “Breda”, anch’esso con matricola abrasa, 384 grammi di polvere da sparo, 2 buste in cellophane con all’interno rispettivamente 404 e 16 grammi di marijuana essiccata, un bilancino digitale di precisione.
Nel corso delle attività, inoltre, all’interno di un casolare ubicato nelle immediate adiacenze, con le medesime modalità di occultamento, sono stati trovati 2 fucili a retrocarica, privi di matricola, 2 buste in cellophane con all’interno rispettivamente 254 e 72 grammi di marijuana essiccata, 15 cartucce per fucile cal. 12 e 17 cal. 16, in buono stato di conservazione.
A seguito del rinvenimento, tutto il materiale è stato sottoposto a sequestro per i successivi accertamenti balistici, volti a verificare se le armi siano mai state utilizzati in altri delitti, e per gli approfondimenti investigativi del caso. Al termine delle formalità di rito, l’arrestato è stato condotto presso il carcere di Locri a disposizione del pm di turno, Rosanna Sgueglia.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo