lunedì 23 aprile 2018 13:30
default-logo
Polizia Ferroviaria

Villa San Giovanni. Tre persone denunciate dalla Polizia Ferroviaria

Villa San Giovanni (Reggio Calabria). Nel corso dell’attività della Sezione di Polizia Ferroviaria di Villa San Giovanni negli ultimi due mesi, durante alcuni dei servizi di controllo e vigilanza, ultimamente intensificati dal Compartimento Polfer Calabria predisposti dal Dirigente Superiore Francesco Barbagallo per garantire la sicurezza dei numerosi viaggiatori sui treni e nelle stazioni ferroviarie,
diretti dal Comandante del medesimo Ufficio, il sovrintendente capo Francesco Covello, si è provveduto all’identificazione di oltre 570 persone alla denuncia a piede libero di 3 persone.
La prima delle operazioni, che rientra nell’ambito dei servizi di vigilanza nella stazione di Villa San Giovanni, è avvenuta in data 11 settembre scorso, quando personale dipendente presso l’impianto ferroviario comandato in servizio specifico di repressione dei reati, nel corso del servizio, ha sottoposto a controllo, mentre cercava di confondersi tra la massa copiosa di viaggiatori, L.F., un cittadino albanese di 27 anni, clandestino su l territorio nazionale, il quale deteneva illegalmente una patente di guida falsa. L’uomo è stato denunciato.
In data 12 settembre, personale comandato di vigilanza scalo, si è recato sul secondo marciapiede dello scalo ferroviario, in soccorso del capotreno del rotabile R3660, in quanto un viaggiatore sprovvisto di titolo di viaggio, P.A. di 29 anni originario di Palermo, si rifiutava di scendere dal convoglio e alla vista della pattuglia, ha iniziato a oltraggiare gli agenti della Polfer, minacciandoli e opponendo loro resistenza. Pertanto l’uomo è stato denunciato per i reati di minaccia, oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale e millantato credito.
In data 13 settembre, durante un servizio mirato al controllo e alla repressione in ambito ferroviario, personale dipendente ha identificato F.A. di 35 anni, originario di Siracusa, il quale risultava inosservante dell’obbligo di affidamento in prova ai servizi sociali, nonché del divieto di accompagnarsi a persone pregiudicate, per tali motivi è stato denunciato a piede libero, inoltre l’uomo è stato trovato in possesso di grammi 0.73 di sostanza stupefacente verosimilmente marijuana e quindi segnalato all’autorità amministrativa competente.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo