domenica 22 aprile 2018 06:57
default-logo

Catanzaro. Notte Piccante, conto alla rovescia per l’evento più atteso dell’anno

Catanzaro. «Non ci fermiamo mai. Siamo sempre alla ricerca di nuove identità». Gaetano Curreri , leader e frontman degli Stadio, parla così del mitico gruppo che offrirà l’evento centrale della Notte Piccante 2014. Gli Stadio, il gruppo prediletto di Lucio Dalla, hanno festeggiato da poco i loro primi trent’anni di carriera, ma si definiscono “musicisti della ricerca”. Sabato, sul grande palco di piazza Prefettura, presenteranno i loro inossidabili successi e alcuni inediti tra cui «Immagini del nostro amore» e «Tutto con te».
La carriera degli Stadio è costellata da incontri “magici” con artisti del calibro di Lucio Dalla, Vasco Rossi, Francesco Guccini. E’ una band amata da varie generazioni. Tanto tempo è passato da quando Gaetano Curreri scrisse l’apertura di “Albachiara” di Vasco Rossi, rivelando le sue grandi qualità di autore. Il gruppo ha una lunga genesi progressiva come band di accompagnamento di Lucio Dalla addirittura a partire dalla metà degli anni Settanta: il primo album del cantautore bolognese in cui compare la maggior parte del parco-strumentisti che darà origine agli Stadio è Anidride solforosa, del 1975.
La fondazione ufficiale del gruppo risale alla primavera del 1981: nel corso della tournée estiva di Lucio Dalla, gli Stadio propongono le loro prime due canzoni, “Grande figlio di puttana” e l’energica “Chi te l’ha detto”, tra le più conosciute assieme a “Chiedi chi erano i Beatles”. Il 1983 vede l’uscita su 45 giri di uno dei brani che segnerà indelebilmente la loro carriera: “Acqua e Sapone”, per l’omonimo film di Carlo Verdone.
Nel 1986 gli Stadio tornano nuovamente a Sanremo e portano in gara “Canzoni alla radio”. Nell’album omonimo che segue sono incluse Lunedì Cinema, già da alcuni anni sigla di apertura della serata del lunedì dedicata ai grandi film proposti da Rai Uno, la rockeggiante “Incubo assoluto” e la generazionale “Giacche senza vento”.
Arriva la prima raccolta, “Canzoni alla Stadio”, che contiene due inediti, “Bella più che mai” e “Tu vuoi qualcosa”.
Seguono gli album “Stabiliamo un contatto” (con la splendide “Swatch” e “Per la bandiera” scritta da Francesco Guccini in memoria della scorta di Falcone e Borsellino), 1992 , “StadioMobileLive”, nel 1993, con l’inedita “Un disperato bisogno d’amore”, nel 1995, e “Dammi 5 Minuti”, nella primavera del 1997 con l’intensa “Un volo d’amore” sulla storia di due giovani fidanzati morti nel conflitto serbo/bosniaco.
Nel 1998 gli Stadio pubblicano una “Ballate fra il cielo e il mare”, raccolta tematica che comprende nuove versioni dei più celebri brani d’amore del loro repertorio, più quattro inediti. Nell’autunno del 2000 arriva nei negozi di dischi l’album “Donne & colori”, con cui gli Stadio tentano un inedito approccio etnico . Nel 2002 arriva un album che da nuovo slancio alla carriera della band, dopo la pausa di riflessione del precedente disco, raccolta di ballate. Esce infatti “Occhi Negli Occhi”, anticipato dall’intenso singolo “Sorprendimi”. Curreri, amico intimo di Vasco Rossi, ha scritto buona parte di “Buoni o cattivi”, album del cantautore.
Con l’uscita nel 2005 dell’album “L’amore volubile”, gli Stadio tornano con un album che sembra percorrere diverse traiettorie dal pop-rock d’autore d’origine del gruppo. Nel 2006 pubblicano il CD ” Canzoni per parrucchiere”.
Nel 2007, assieme a Marco Falagiani e a Giancarlo Bigazzi, Gaetano Curreri e Saverio Grandi scrivono “…E mi alzo sui pedali” per la fiction Rai “Marco Pantani”.
La canzone è contenuta anche nel nuovo cd “Parole nel vento” che esce subito dopo la partecipazione a Sanremo con la canzone “Guardami”. Nel 2007 gli Stadio vincono il premio di miglior gruppo italiano al ” Venice musica awards”. Nel 2009 è uscito l’album “Diluvio Universale”, mentre nel 2011 è la volta di “Diamanti e caramelle”.
Ma, ovviamente, Notte Piccante non è solo Stadio. Più di trenta le location del centro storico cittadino coinvolte nella notte più attesa dell’anno. Oltre ottanta le iniziative che animeranno questo grande momento di incontro e di socializzazione che offrirà a catanzaresi e non la possibilità di riscoprire vecchie viuzze, assaporare antichi sapori e rivivere tradizioni del posto. Piccoli e grandi eventi si intrecceranno in un programma pensato e messo a punto “per coinvolgere diverse fasce di età, dai più piccoli ai più grandi, e diversi target culturali”, così come ha evidenziato l’assessore alle attività economiche e turismo, Daniela Carrozza, durante la conferenza stampa di presentazione dell’evento.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo