venerdì 20 aprile 2018 18:33
default-logo
Sergio Abramo

Catanzaro. Sanità, Abramo nei prossimi giorni incontrerà il commissario Pezzi

Catanzaro. “L’appello del direttore del dipartimento di Emergenza del “Pugliese-Ciaccio”, Mario Verre, delinea un quadro drammatico per il pronto soccorso catanzarese che va risolto senza indugi”. Lo ha affermato il sindaco Sergio Abramo che nei prossimi giorni incontrerà il commissario ad acta per l’attuazione del Piano di rientro nella sanità, gen. Luciano Pezzi, partendo proprio dalla necessità “di attivare tutte le procedure utili ad aumentare la capacità di “accoglienza” del Pronto soccorso ospedaliero del Capoluogo di regione, primo e fondamentale punto di avvio di una strategia che deve riguardare l’intero settore sanitario catanzarese”.
“L’allarme di Verre – ha aggiunto il primo cittadino – non è un fulmine a ciel sereno. Più volte, fin dal mio insediamento, ho cercato di costituire una rete di intervento per il “Pugliese” che, grazie al supporto di Asp e azienda “Mater Domini”, allentasse la crisi evidente. I risultati, purtroppo, non sono stati risolutivi e, ormai, sono universalmente riconosciute le problematiche del comparto, stritolato dal blocco del turnover e dalla cronica mancanza di posti letto per un’utenza sovradimensionata rispetto alle reali capacità del presidio ospedaliero. La valenza regionale del “Pugliese-Ciaccio”, gli oltre 60mila accessi all’anno nel solo dipartimento di emergenza, le conseguenze del riordino della rete ospedaliera calabrese, che ha colpito drasticamente Catanzaro nella sua capacità di accogliere i pazienti bisognosi di cure urgenti e immediate, la carenza di personale medico e infermieristico che costringe chi lavora a turni massacranti, fanno del “Pugliese-Ciaccio” un malato grave”. Al gen. Pezzi, Abramo evidenzierà tutte le problematiche della sanità cittadina, compresa l’esigenza di trovare una soluzione positiva alla crisi della Fondazione Campanella.
“La sanità catanzarese ha bisogno di provvedimenti immediati e concreti – ha proseguito il sindaco – per evitare un fallimento che avrebbe ricadute esiziali sulla Città, sulla Provincia e su quella fetta di utenza regionale che nel “Pugliese-Ciaccio” ha sempre trovato un punto di riferimento. Sono sicuro – ha concluso – che dal generale Pezzi, che adesso ha tutte le carte in regola per risolvere i problemi, potrò trovare la giusta sensibilità per individuare le possibili vie d’uscita”.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo