giovedì 19 aprile 2018 15:38
default-logo

“Reggio Sicura”: 4 denunce e 2 arresti dei Carabinieri nel weekend

Reggio Calabria. Nel weekend appena trascorso, i Carabinieri della Compagnia di Reggio Calabria, diretta dal capitano Francesco Soricelli, hanno proseguito l’intensificazione dei controlli nell’ambito del centro urbano nonché delle zone periferiche della città, per garantire l’ordinato e sicuro svolgimento del fine settimana.
Nel corso dei servizi, concentrati nella fascia costiera della giurisdizione nonché nelle vie di principale comunicazione, sono state impiegate 30 pattuglie e 60 uomini tra sabato e domenica sera, sono stati effettuati numerosi posti di controllo, durante i quali sono state eseguite svariate perquisizioni veicolari e domiciliari tese alla ricerca di droga e armi, anche con il supporto dei miliari delle Compagnia di Intervento Operativo del 10° Reggimento “Campania” e del 11° Battaglione “Puglia”.
Nel corso dei controlli è stato utilizzato altresì l’etilometro per contrastare l’utilizzo delle autovetture e dei motocicli sotto l’effetto di alcool.
Nello specifico, nel corso del servizio i Carabinieri hanno denunciato in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria:

  • C.M.C. 37enne originaria delle Mauritius, di fatto domiciliata in Reggio Calabria, per il reato di furto aggravato, poiché sorpresa ad asportare dagli espositori di un esercizio commerciale di Via Garibaldi un paio di stivaletti del valore di circa 40 euro, occultandoli nella propria borsa. La refurtiva recuperata veniva riconsegnata all’avente diritto;
  • F.A. 21enne reggino, L.P. 17enne reggino, e L.C. 19ene reggino per guida senza patente poiché sorpresi alla guida di ciclomotori sprovvisti di patenti di guida perché mai conseguite.

Inoltre sono stati arrestati:

  • dai Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile, A.N. 43enne reggino, ed in atto sottoposto agli arresti domiciliari, per il reato di evasione, poiché è stato sorpreso dai militari all’esterno della propria abitazione in violazione delle prescrizioni del provvedimento giudiziario. Una volta rintracciato, l’uomo è stato accompagnato presso la caserma di Viale Calabria, da dove, al termine delle formalità di rito, è stato nuovamente sottoposto agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo che si terrà questa mattina davanti al gip del Tribunale di Reggio Calabria;
  • dai Carabinieri della Stazione di RC-Principale diretta dal luogotenente Cosimo Sframeli, G.F.S., 38enne reggino, in ottemperanza all’ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Reggio Calabria, dovendo scontare una pena residua di 1 anno e 8 mesi poiché condannato per il reato di concorso in rapina pluriaggravata. L’uomo, all’epoca guardia giurata, con la sua complicità aveva consentito l’esecuzione di una rapina nei confronti di un furgone porta-valori nei pressi dell’Ufficio Postale di Pellaro avvenuta il 9 novembre 2004 e, per tali fatti, è stato condannato ad una pena complessiva di 4 anni e 8 mesi. L’uomo, al termine delle formalità di rito, è stato associato presso la Casa Circondariale di Reggio Calabria Arghillà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria reggina.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo