venerdì 20 aprile 2018 01:26
default-logo
La sede della Compagnia Carabinieri di Roccella Jonica

Carabinieri: avvicendamenti al comando della Compagnia di Roccella Jonica e del Norm della Compagnia di Locri

Locri (Reggio Calabria). Sono di questi giorni due importanti trasferimenti nell’ambito della compagine del Gruppo di Locri: uno riguarda la Compagnia Carabinieri di Roccella Jonica, l’altro quella di Locri, mentre gli assetti di vertice della Compagnia di Bianco sono stati confermati nell’incarico.
Tutti e 4 gli Ufficiali hanno svolti i corsi regolari presso l’Accademia Militare di Modena e la Scuola Ufficiali Carabinieri di Roma: in particolare, proveniente dall’Accademia Militare di Modena, dove, dopo avervi svolto i corsi regolari in qualità d’allievo, vi ha svolto l’incarico di Comandante del plotone Allievi Ufficiali dei Carabinieri, dopo quattro anni, il Capitano Marco Comparato ha ceduto il Comando della Compagnia Carabinieri di Roccella Jonica al Tenente Antonio Di Mauro. Quest’ultimo, originario di Napoli, ha frequentato la Scuola Militare Nunziatella, l’Accademia Militare di Modena e successivamente la Scuola Ufficiali Carabinieri di Roma. Dopo aver conseguito la laurea in giurisprudenza presso il massimo Istituto di formazione dell’Istituzione, il giovane Ufficiale è stato assegnato, per 2 anni, alla Scuola Marescialli e Brigadieri di Velletri in qualità di Comandante di Plotone e insegnante agli Allievi Marescialli del 1° Corso Triennale. Trasferito nel settembre 2012 a Reggio Calabria, ha ricoperto fino a pochi giorni fa l’incarico di Comandante del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia del capoluogo. A Reggio Calabria, da comandante del Norm, l’ufficiale ha supportato il maggiore Pantaleone Grimaldi, che a settembre ha lasciato il comando della Compagnia cittadina per assumere il comando di una Compagnia nella Capitale, in importanti indagini i cui risultati sono stati molto apprezzati dalla cittadinanza.
In particolare si ricorda l’operazione “Whatsapp” che aveva portato all’arresto di un gruppo di giovani dedito alla commissione di rapine ai danni di escort attive nel centro cittadino, l’operazione “Cripto” culminata con l’arresto di appartenenti alla consorteria criminale Borghetto-Caridi-Zindato operante nei quartieri di Modena, Ciccarello e San Giorgio Extra ed infine l’operazione “Cilea” con la quale è stata disarticolata un’associazione di “professionisti del furto in abitazione” operante in Reggio Calabria, Roma ed in altre città italiane.
A Locri, inoltre, dopo due anni, il Tenente Davide Colangeli, laziale d’origine, ha lasciato l’incarico di Comandante del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Locri per andare ad assumere, quale Comandante di Sezione, al Nucleo Investigativo del Reparto Operativo di Reggio Calabria.
Al suo posto è giunto il Tenente Giancarlo Pallotta, 26 anni, abruzzese. Il Tenente Pallotta, dopo la maturità scientifica, dal 2009 al 2011, ha frequentato il 191° corso “Fede” dell’Accademia Militare di Modena al termine del quale è stato nominato Sottotenente. Successivamente è stato trasferito presso la Scuola Ufficiali Carabinieri di Roma per frequentare il corso di Applicazione. Dopo la nomina a Tenente, ha frequentato il 20° corso di Perfezionamento laureandosi in Giurisprudenza presso l’Università di Roma Tor Vergata.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo