mercoledì 25 aprile 2018 04:48
default-logo
Reggio Calabria Aula bunker

Processo Araba Fenice. Udienza preliminare slitta al 4 novembre, accolta eccezione difese per 5 imputati

Reggio Calabria. Oggi si è celebrata in aula bunker l’udienza preliminare del processo Araba Fenice, scaturito dall’omonima operazione della guardia di finanza che ha arrestato nel novembre dello scorso anno 47 persone accusate a vario titolo di far parte di un’associazione di stampo mafioso composta da imprenditori e professionisti affiliati alle più importanti cosche di ‘ndrangheta reggine. Per cinque imputati, Mario Giglio (assistito dagli avvocati Marco Tullio Martino e Mario Santambrogio), Natale Assumma, Giacomo Calabrò, Antonino Calabrò e Domenico Serraino cl. 55, è stata accolta l’eccezione di nullità dell’avviso di fissazione dell’udienza preliminare. Tuttavia è stata disposta l’immediata ed urgente notifica entro stasera, tramite polizia giudiziaria, nuovamente in carcere, dell’avviso di fissazione perché sia tempestivamente notificato entro 10 giorni rispetto alla prossima udienza che è stata già fissata al 4 novembre 2014. In quella data si dovranno ovviamente fornire indicazioni finali e precise in ordine al rito.

Marco Tullio Martino

L’avv. Marco Tullio Martino

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo