sabato 21 aprile 2018 23:08
default-logo
Reggio Calabria, Palazzo Campanella: sede del Consiglio regionale della Calabria

Elezioni regionali: 5 candidati presidente e 15 liste. Esclusi dalle liste csx Naccari e De Gaetano

Catanzaro. Sono cinque i candidati alla presidenza della Regione Calabria per le elezioni in programma il 23 novembre prossimo, con le urne aperte dalle 8 alle 22. In lizza ci sono Cono Cantelmi (Movimento 5 Stelle), 41 anni, avvocato; Domenico Gattuso (L’Altra Calabria), docente universitario; Mario Oliverio (Centrosinistra), commissario uscente della Provincia di Cosenza; Wanda Ferro (Centrodestra), commissario uscente della Provincia di Catanzaro; Nico D’Ascola (Alternativa popolare calabrese), avvocato e senatore dell’Ncd.
Per quanto riguarda Cantelmi e Gattuso, saranno sostenuti da una lista ciascuno. Otto, invece, le liste a sostegno di Oliverio, tre per Wanda Ferro e due per D’Ascola. Complessivamente sono quindici le liste che correranno per palazzo Campanella, sede del Consiglio regionale a Reggio Calabria.

Gli esclusi dal centrosinistra
Il centrosinistra ha chiuso lo schema delle candidature al Consiglio regionale poche ore prima della presentazione, con una lunga notte di trattative. Alla fine restano fuori i consiglieri con due legislature alle spalle e tra di loro spiccano i nomi del capogruppo uscente, Sandro Principe, dell’ex assessore (attuale consigliere uscente) Demetrio Naccari Carlizzi, degli uscenti Francesco Sulla e Antonino De Gaetano.

Le 8 liste a sostegno di Oliverio
Le liste che sosterranno Oliverio sono: Partito democratico, Democratici e Progressisti, Oliverio Presidente, Autonomia e diritti, La sinistra con Speranza, Calabria in rete, Centro democratico e Cristiano democratici uniti.

Le liste a sostegno di Ferro e D’Ascola
Anche il centrodestra ha avuto un gran da fare per chiudere il cerchio sulle candidature. Hanno pesato molto i passaggi degli ultimi giorni dal Nuovo centrodestra a Forza Italia. Alla fine Wanda Ferro sarà sostenuta da: Forza Italia, Casa della libertà e Fratelli d’Italia. Per il senatore Nico D’Ascola, invece, ci saranno due liste: Nuovo Centrodestra e Udc.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo