mercoledì 25 aprile 2018 04:40
default-logo

Il TH Reggio Calabria battuto dalla corazzata Handball Palermo

Va in campo la terza giornata di serie B maschile, Area 7 Sicilia. Il Team Handball Reggio Calabria è impegnato nella seconda trasferta consecutiva contro la corazzata ASD I padroni di casa, privati dell’apporto del proprio pubblico per l’inagibilità degli spalti del Palaoreto, affrontano i reggini dopo la sconfitta subita dal CUS Palermo. Dall’altra parte, il TH deve fare i conti con assenze importanti e con un’infermeria in piena emergenza. L’andamento della gara sembra chiaro fin da subito, con i palermitani a fare la partita e con tanta voglia di riscattarsi dalla sconfitta subita dal CUS Palermo nel derby. Nei primissimi minuti il TH sembra tener botta, ma all’undicesimo, dopo un break di 6 a 0, il risultato è di 7 a 2 in favore della ASD. Il primo tempo si chiude con il risultato di 14 a 5, un gap rassicurante per i padroni di casa e difficilmente colmabile, visto l’andamento della prima mezz’ora.
Alla ripresa dei giochi, i ragazzi di Frontera entrano in campo con un approccio diverso. Il secondo tempo regala più emozioni rispetto ai primi trenta minuti di gara. In campo ci sono due squadre adesso, ma il Palermo non abbassa la guardia e mantiene un vantaggio solido fino al fischio finale. Nel Reggio, gli esordienti Morabito e Latella ripagano la fiducia data loro dal mister, mettendo a segno le loro primi reti stagionali.
La partita si conclude col punteggio di 26 a 16. La ASD Palermo Handball si aggiudica meritatamente il match. Ai ragazzi del TH rimane la prova di carattere del secondo tempo (12 – 11 il risultato della ripresa), a fronte di una prima frazione di gioco opaca: ”All’inizio del campionato sapevo che la rosa era giovane e quando si lavora con ragazzi bisogna saperli aspettare. Non dobbiamo avere fretta di crescere, ma soltanto la voglia di migliorarci allenamento dopo allenamento. Gli infortuni non devono essere un alibi, ma anzi un’opportunità per i più giovani di fare esperienza, senza paura. Potevamo giocare con un pizzico di convinzione in più, ma ci può stare. Abbiamo affrontato l’ASD Palermo che ha giocato un’ottima partita, soprattutto è una squadra che dirà la sua in questo campionato nelle parti alte della classifica. Continuiamo a lavorare tranquillamente, queste partite ci aiuteranno a crescere”.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo