domenica 22 aprile 2018 10:36
default-logo
Giusva Branca

Viola Basket. Il presidente Branca: “Giù le mani da Deloach!”

Reggio Calabria. La Viola Basket ha diffuso la seguente dichiarazione del Presidente, Giusva Branca. “Non entro nel merito delle scelte arbitrali, chi mi conosce lo sa bene, non è mio costume e non intendo violare tale mio personale principio. Da Presidente, però, è mio dovere spendere alcune parole sul comportamento di Michael Deloach: dall’agosto scorso abbiamo avuto modo di apprezzare lo spessore del professionista e dell’uomo e conosciamo bene il livello altissimo di entrambi. Al di là della scelta tecnica del giocatore – nella quale non entro, trattandosi di competenza del coach – nell’azione che poi ha portato alla sua espulsione, intendo rimarcare con forza che Deloach non ha tenuto alcun comportamento che non sia stato improntato alla massima responsabilità nei confronti della squadra e della canotta che indossa. Dopo essere stato colpito ripetutamente, Moe ha reagito a muso duro sul piano verbale e gli arbitri hanno optato per la sua espulsione. Ripeto, ancora, che non entro nel merito della scelta arbitrale, ma i nostri tifosi devono sapere che Deloach nemmeno per un attimo ha messo in secondo piano l’aspetto dell’obiettivo di squadra rispetto ad una – pur evidentemente pesantissima – situazione personale. Il regalo più bello a Deloach lo hanno fatto i suoi compagni che, in sua assenza, hanno tirato con i denti e portato a casa una partita che si era fatta difficilissima. Ho sentito personalmente Moe che mi ha manifestato tutta la sua voglia di tornare in campo davanti ai suoi tifosi per ringraziarli, comunque, dell’affetto che fin qui hanno dimostrato nei suoi confronti e verso la squadra, pur scusandosi per un momento di nervosismo. Nervosismo che, aggiungo io, dimostra ulteriormente la caratura umana del personaggio, lontanissimo dallo stereotipo dei professionisti algidi e gelidi, in campo come juke-box. Sarebbe bello che domenica prossima si trasformasse, da parte dei tifosi, nel “Moe’s day”.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo