venerdì 20 aprile 2018 18:33
default-logo
Giuseppe Raffa

Il saluto di fine anno del presidente Giuseppe Raffa

Reggio Calabria. “Anche il 2014, un anno di intenso lavoro, è stato caratterizzato da un impegno sinergico con tutte le forze che operano sul territorio, in particolare con i sindaci. Il tutto con un obiettivo ben preciso: la ricostruzione del nostro tessuto sociale che, ancora oggi, purtroppo, è disgregato sia per la gravissima crisi economica che stringe in una morsa le nostre comunità, sia per l’ostinata presenza di una mentalità che tarda a cambiare rispetto ad un sistema sociale, politico ed economico in continua evoluzione”. Giuseppe Raffa, presidente della Provincia, si affida ad una brevissima riflessione sull’anno che volge al termine ed auspica, anche in vista della costituzione della Città metropolitana, la nascita di un nuovo patto sociale. “La Città metropolitana – dice – non si costruisce dall’oggi al domani, ma attraverso il preciso obiettivo di disegnare un nuovo modello di gestione del territorio. In questo nostro terzo anno di guida della Provincia abbiamo profuso tantissime energie svolgendo, innanzitutto, un ruolo di solidarietà e sussidiarietà in un momento in cui altre istituzioni territoriali vivevano momenti di grande difficoltà. Mi riferisco al Comune di Reggio, commissariato per due anni, e alla Regione che solo di recente ha rinnovato i suoi vertici. La nuova situazione creatasi con la nascita degli organi di governo dei due entri, conferisce al nostro lavoro una prospettiva nuova e positiva, perché avere interlocutori politici significa, soprattutto, avere la possibilità di tessere e creare nuove sinergie. Il nostro obiettivo strategico è quello di un reale rilancio del territorio. In questo senso, come ho affermato altre volte, è indispensabile l’azione del Governo nazionale. Basta con la politica degli annunci, questa terra ha bisogno di una nuova terapia in grado di aggredire tutti i suoi mali: passati e presenti”.
Il Presidente dell’Amministrazione provinciale parla di alcune grandi priorità che continuano a limitare lo sviluppo del territorio e mette la viabilità al centro delle politiche di sviluppo disegnate dall’Ente di via Foti , rispetto alla quale “abbiamo investito molto, ma c’è ancora tanto da investire”; “abbiamo investito anche sull’edilizia scolastica senza aspettare interventi da parte di nessuno con il recupero di risorse e residui nel bilancio dell’Ente e messi a disposizione per la costruzione di nuove scuole e l’ammodernamento degli edifici già esistenti”; abbiamo anche puntato sulla tutela dell’ambiente, attuando una strategia non ancora completata. Per questo stiamo lavorando in sinergia con il Commissario per i dissesto idrogeologico della Regione”. Giuseppe Raffa riprende il discorso della Città metropolitana: “ Per noi è prioritaria, ma riteniamo altrettanto impostante riempirla di contenuti: costruire punti di forza propedeutici allo sviluppo. Innanzitutto, le infrastrutture: ferrovie, viarie e portuali. Abbiamo anche il dovere di difendere e tutelare, a tutti i costi, il nostro aeroporto. Sul futuro di questa importante infrastruttura sono convinto che occorra una stretta sinergia anche con le forze sociali”. Il Presidente della Provincia formula poi gli auguri per l’anno che sta per nascere . “L’augurio che non si perda la speranza, che non si abbandoni la strada della solidarietà, che questo territorio finalmente cambi. L’augurio lo rivolgo ai sindaci, a tutti gli amministratori, alle articolazioni statali (Prefettura, Forze dell’Ordine, Magistratura), ai cittadini perché, tutti assieme, si guardi alle istituzioni con rinnovata fiducia impostando e condividendo le linee strategiche di sviluppo”.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo