mercoledì 25 aprile 2018 04:39
default-logo
Roberto Vizzari

San Roberto. Il bilancio di fine anno del sindaco Vizzari: “Il 2015 sia anno del ritorno”

San Roberto (Reggio Calabria). “Li abbiam visti partire in tanti negli ultimi anni in Calabria. Non più con le valigie di cartone, ma coi loro tablet, i loro strumenti, le conoscenze specifiche, e le lauree acquisite, per cercare altrove futuro migliore, a valorizzare luoghi e strutture lontane dalla loro terra di origine. Andati via senza suscitare clamore. Per questo l’auspicio, l’augurio, ma soprattutto l’impegno affinché il 2015 sia l’anno del ritorno”. Roberto Vizzari, Sindaco di San Roberto inizia così, rivolgendo un pensiero ai giovani, la sua relazione di fine 2014 alla cittadinanza “Un ritorno che deve essere raggiunto attraverso la creazione di una rete sociale ed economica solida per offrire loro ambienti universitari o lavorativi adatti, progettualità, prospettive di carriera. Il Comune di San Roberto, già da tempo, ha intrapreso un percorso di coesione sociale e sta tentando di portare avanti lo sviluppo economico e agricolo del paese attraverso la conoscenza e la diffusione delle proprie tipicità” continua Vizzari. “L’anno che si conclude è stato un anno positivo per noi – afferma ancora il Primo cittadino – con tante cose realizzate, piazze inaugurate, l’apertura di un Museo Civico di Arte moderna e contemporanea, e tante altre cose più o meno grandi, con tanti servizi offerti ai cittadini. In mezzo la conferma a Sindaco di questo meraviglioso territorio dopo un bellissimo e leale confronto elettorale. Momenti che rendono orgoglioso me e questa giovanissima Amministrazione”. “Abbiamo – aggiunge – notevolmente ampliato la capacità di penetrazione mediatica dell’ente municipale, cercando di offrire alla popolazione ciò che magari veniva sempre fatto, ma di cui la stessa non era a conoscenza. Abbiamo organizzato eventi importanti, come la Sagra dell’Immacolata, che hanno dimostrato una volontà governativa di sviluppo, e che ha consentito di mostrare un’immagine dinamica e positiva di San Roberto sui nuovi media e sui social network”. Ed ancora “abbiamo programmato ogni singola attività cercando di coinvolgere la società civile e lavorato per progettare il futuro turistico di questo paese, per favorire l’operato delle attività commerciali. I risultati da questo punto di vista, nella consapevolezza che tutto può essere migliorato, sono incoraggianti. La richiesta per l’ottenimento del marchio di qualità per le località dell’entroterra, la convenzione di 70 mila Euro siglata col Parco Nazionale d’Aspromonte per la creazione di percorsi naturalistici, i lavori per la messa in sicurezza del torrente vanno sicuramente in questa direzione”. Senza dimenticare opere “come la ristrutturazione del Parco Comunale, nuova impiantistica sportiva” già poste in essere, la presentazione alla cittadinanza e l’avvio a breve della raccolta differenziata che consentirà di vivere in una società più attenta e coinvolta nelle problematiche legate alla salvaguardia ambientale” ma soprattutto “gli sforzi e l’impegno per il completamento della strada a scorrimento veloce fino a Campo Calabro, arteria fondamentale per il nostro futuro”. Vizzari continua consapevole che “bisogna ripartire da questi aspetti positivi, ben coscienti che molto altro deve essere fatto, soprattutto per le future generazioni, risolvendo i problemi, ascoltando la gente, percependone i problemi e le aspettative”. “Voglio dunque fare gli auguri a tutti i sanrobertesi – conclude il Sindaco – per il nuovo anno. Il 2015 dovrà mettersi alle spalle la crisi economica, le difficoltà, i tentennamenti. Ognuno di noi cerchi di affrontare quello che viene con maggiore coraggio, senza quel senso di sfiducia che troppo spesso ci ha attanagliato. Affronti il 2015 compiendo gesti altruistici, operando per il bene della collettività, aiutandoci nel percorso di miglioramento e di cambiamento che noi, giovane ma lungimirante Amministrazione, vogliamo attuare per fare di San Roberto un luogo migliore. Se avremo la vostra fiducia, se opereremo facendo rete tutto sarà possibile”.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo