martedì 24 aprile 2018 22:42
default-logo

Messina. Spaccio a domicilio, arrestato dai Carabinieri con oltre 140 grammi di cocaina

Messina. Non si fermano i controlli dei Carabinieri di Messina, finalizzati alla prevenzione ed alla repressione del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, soprattutto tra i giovanissimi. A finire nella rete dell’Arma, questa volta è stato il messinese L.C. di 43 anni, già noto alle Forze di Polizia, che riceveva i propri clienti a domicilio nel quartiere di Bisconte. E’ stato proprio il continuo andirivieni dal suo alloggio ad insospettire gli investigatori dei Carabinieri. Dopo aver controllato per strada 5 ragazzi con singole dosi di cocaina ed averli segnalati alla Prefettura quali abituali assuntori, i militari del Nucleo Operativo di Messina Centro, in stretta collaborazione con quelli del Nucleo Radiomobile, hanno deciso di intervenire e di perquisire la casa del pusher. Le operazioni sono state rese difficoltose dalla presenza di un impianto di videosorveglianza a circuito chiuso che l’uomo aveva installato lungo il perimetro di casa sua e, infatti, alla vista dei Carabinieri l’uomo ha maldestramente tentato di disfarsi dello stupefacente gettandolo nel wc.
E’ stato comunque possibile recuperare la droga, il pusher aveva gettato oltre 140 grammi di cocaina in parte già suddivisa in dosi. Aveva nascosto in un vano sotto la vasca idromassaggio della mannite e tutto l’occorrente per il taglio e la pesatura dello stupefacente. Più di 400 euro sono stati trovati sotto il materasso in banconote di piccolo taglio e in cucina, in un barattolo, al posto della crema di nocciola, erano stati celati 20 grammi di marijuana. Per L.C. si sono aperte le porte del carcere di Messina dove rimarrà a disposizione dell’autorità giudiziaria davanti alla quale dovrà rispondere di detenzione di sostanze stupefacenti finalizzata allo spaccio.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo