lunedì 23 aprile 2018 13:29
default-logo
In manette arrestato dai Carabinieri

Roma. Carabinieri arrestano spacciatore che vessava “cliente” per una partita di cocaina persa

Roma. I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Frascati hanno arrestato un 40enne romano, con precedenti, con l’accusa di estorsione. Da due anni, l’uomo vessava un 39enne romano, minacciandolo anche di morte, pretendendo da lui il pagamento di una somma di denaro pari a settemila euro, quale risarcimento per una partita di droga di cui si era dovuto disfare per colpa sua.
Nello specifico, una sera dell’agosto 2013, mentre attendeva il 39 enne, al quale doveva vendere della cocaina per uso personale, lo spacciatore fu costretto a disfarsi di un cospicuo quantitativo di sostanza stupefacente per l’arrivo di pattuglie delle forze dell’ordine. A seguito di ciò, l’acquirente è stato minacciato dallo spacciatore, appartenente ad una nota famiglia di nomadi stanziali del quadrante sud della Capitale, ed ha cominciato a pagare quanto pretendeva. Dopo aver già versato 3.000 euro, stanco per le continue minacce, il 39enne si è rivolto ai Carabinieri denunciando tutta la vicenda. Così all’ennesimo appuntamento fissato per il ritiro dei soldi, si sono presentati anche i Carabinieri che hanno arrestato l’estorsore che è stato associato presso il carcere di Regina Coeli.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo