giovedì 19 aprile 2018 19:36
default-logo

Opere pubbliche, Siclari (Ance): “Confronto positivo con l’assessore Marcianò, edilizia motore della nostra economia”

Reggio Calabria. Il rilancio delle opere pubbliche reggine e la riattivazione dei cantieri ancora fermi sono stati gli argomenti al centro di un incontro istituzionale fra il presidente di Ance Reggio Calabria, Francesco Siclari, e l’assessore comunale ai Lavori pubblici, Angela Marcianò. Nel corso della riunione che ha avuto un taglio operativo e si è svolta in clima cordiale e di fattiva collaborazione, è stata ribadita la centralità del settore delle costruzioni, la cui situazione di grave crisi costituisce un freno per l’economia cittadina. “Ance Reggio Calabria – commenta Siclari – valuta positivamente l’azione avviata dall’assessorato ai Lavori pubblici, guidato da Angela Marcianò, specie per quanto attiene alla volontà di attuare una seria e costante verifica sullo stato dell’arte delle opere. Lo scenario che si prospetta, sul fronte dell’edilizia, può essere definito drammatico e richiede interventi immediati per evitare il definitivo tracollo di un segmento vitale per tutto il circuito economico e per la tenuta stessa dei livelli occupazionali. Una preoccupazione che è stata bene espressa dal segretario generale della Filca – Cisl Nino Botta, da sempre attento alle problematiche comuni a imprese e lavoratori”. Ad avviso del massimo rappresentante dei costruttori edili reggini, assume particolare rilievo “l’attenzione che in questa nuova fase di governo cittadino viene rivolta ad alcuni aspetti che noi riteniamo essenziali. Mi riferisco, in modo particolare, al rispetto dei principi di trasparenza e di legalità su cui Ance Reggio Calabria, in questi anni, ha inteso costruire la propria attività di rappresentanza e interlocuzione istituzionale. In questa direzione – prosegue il presidente degli imprenditori edili reggini – all’esponente della Giunta comunale abbiamo ribadito la nostra piena disponibilità a collaborare per sostenere il complesso percorso di ripresa della città. Si tratta, infatti, di uno sforzo comune che mai come in questo momento deve essere contrassegnato dal ritorno al confronto diretto fra istituzioni, rappresentanti di categoria e parti sociali. In tal senso – evidenzia Siclari – occorre, peraltro, recuperare molto del tempo perduto durante il periodo di gestione commissariale dell’Ente comunale, proprio sul terreno del dialogo e del rapporto tra burocrazia e imprese. Partendo da questi presupposti Ance Reggio Calabria intende continuare a svolgere il proprio ruolo, auspicando un confronto con l’apparato amministrativo di riferimento, che sia sempre più forte e proficuo e che tenga nella dovuta considerazione anche le opportune rivendicazioni provenienti dalle rappresentanze sindacali. Meno di un anno fa – ricorda Siclari – insieme al direttivo di Confindustria Reggio Calabria, avevamo lanciato la proposta di una task force di alto profilo, per sostenere la delicata attività degli uffici comunali e ridurre al minimo le difficoltà per le nostre aziende. Oggi – conclude il presidente di Ance Reggio Calabria – crediamo sia giunto il momento per dare nuovo slancio ad un’azione interistituzionale che possa far superare in tempi brevi la grave fase di paralisi in cui versano il sistema produttivo e l’economia del territorio reggino”.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo