lunedì 23 aprile 2018 05:40
default-logo
In manette arrestato dai Carabinieri

Brescello. Marocchina arrestata dai Carabinieri, indagata a Gioia Tauro per sfruttamento della prostituzione

Brescello (Reggio Emilia). Ieri notte, a Brescello (RE), a seguito di specifica attività info-investigativa, volta alla cattura di una donna, destinataria di ordinanza di applicazione di misura coercitiva, i Carabinieri della Stazione di Gioia Tauro e di Brescello, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa in data 23.02.2015 dal Tribunale di Palmi, Ufficio gip, nei confronti di una donna marocchina di 48 anni, per sfruttamento della prostituzione e possesso di documenti di identificazione falsi, per fatti commessi in Gioia Tauro e Palmi dal 2011 e con condotta tuttora in corso.
L’articolata indagine prende le mosse da una denuncia presentata ai Carabinieri di Gioia Tauro nell’ottobre dello scorso anno, da cui emergevano indizi di reità nei confronti della cittadina nordafricana, i quali hanno portato, a conclusione di complessa attività investigativa, espletata dai militari del Comando Stazione Carabinieri di Gioia Tauro, all’emissione della misura restrittiva. La cittadina straniera una volta catturata è stata condotta presso la Casa Circondariale Femminile di Modena. Ulteriori indagini sono in corso da parte degli Inquirenti di Gioia Tauro, sotto la direzione del Sostituto Procuratore presso la Procura della Repubblica di Palmi, Anna Pensabene.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo