lunedì 23 aprile 2018 23:15
default-logo

Scalea. Truffa ed evasione fiscale: un arresto e sequestri per oltre 4 milioni di euro

Scalea (Cosenza). Fabbricati, terreni, conti correnti, quote societarie ed oltre 20 automezzi, per un valore che supera i 4 milioni di euro, sono i beni che le Fiamme Gialle di Scalea hanno posto sotto sequestro su disposizioni del gip del Tribunale di Paola. La complessa attività investigativa, iniziata nel luglio 2013 e diretta dalla Procura della Repubblica di Paola nelle persone del procuratore Bruno Giordano e del sostituto Linda Gambassi, ha consentito di accertare una truffa ai danni della Regione Calabria per 901.000 euro posta in essere dai responsabili di una società cosentina operante nel settore della raccolta e smaltimento rifiuti. È stato inoltre appurato che la società, attraverso l’utilizzo di crediti d’imposta, creati artificiosamente, con l’emissione e l’utilizzazione di fatture per operazioni inesistenti e la sopravvalutazione dei beni aziendali, anche di 5 volte il loro reale valore di mercato, è riuscita a non versare all’erario imposte e contributi per un importo che supera i 13 milioni di euro. L’amministratore, per tali reati, nella giornata di ieri è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo