domenica 22 aprile 2018 10:39
default-logo

Due rom arrestati dalla Polizia per ricettazione ed estorsione con la tecnica del “cavallo di ritorno”

Reggio Calabria. Ieri la Polizia di Stato ha eseguito il provvedimento restrittivo emesso dal gip presso il locale Tribunale nei confronti di Alessandro Bevilacqua, di 27 anni e Andrea Bevilacqua, di 26 anni, entrambi residenti nel quartiere “Ciccarello” e gravati da numerosi precedenti penali per reati contro il patrimonio. Al termine delle indagini condotte dal personale della Sezione Criminalità Diffusa della Squadra Mobile, i due uomini sono stati ritenuti presunti responsabili dei reati di ricettazione e di estorsione in concorso commessi lo scorso 17 dicembre a seguito del furto di una Vespa Piaggio subito da un giovane reggino. Due persone, unitamente ad altri soggetti al momento in corso di identificazione, erano riuscite a contattare la vittima pretendendo la somma di 400 euro per la “restituzione” del motociclo e concordando, così, un punto di incontro per effettuare lo scambio. La vittima del furto, nel frattempo, aveva segnalato agli investigatori la richiesta estorsiva e le modalità con cui si sarebbero svolte le operazioni per il “cavallo di ritorno” tanto che uno dei due, giunto sul luogo concordato per la restituzione a bordo del motociclo rubato, accortosi della presenza degli Agenti di Polizia, si è dato alla fuga. Le successive attività di indagine hanno consentito di accertare la piena responsabilità dei due indagati, con la conseguente emissione della misura cautelare in carcere.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo