domenica 22 aprile 2018 06:54
default-logo

Parco d’Aspromonte. Consegnati i piani di miglioramento ai Comuni candidati bandiera arancione

Reggio Calabria. Sono stati consegnati i Piani di miglioramento ai Comuni candidati bandiera arancione. La scommessa dell’Ente Parco è stata vincente: l’Aspromonte si è “colorato d’arancione”. Nei giorni scorsi , ai comuni di Bova e Gerace è stato conferito il prestigioso marchio di qualità turistico-ambientale assegnato dal Touring Club Italiano ai piccoli Comuni dell’entroterra, con meno di 15.000 abitanti.  Il percorso, fortemente voluto dal Presidente Giuseppe Bombino per avviare un processo di valorizzazione turistica del territorio, ha preso le mosse più di un anno orsono conducendo alla candidatura ben 14 Comuni del Parco. Un risultato quello ottenuto dall’Aspromonte (2 riconoscimenti su 14 candidature) che supera la media nazionale del 9%. L’esito delle attività e degli interventi realizzati sul territorio sono stati presentati questa mattina nel corso di una conferenza stampa svoltasi presso la sala Giuditta Levato di Palazzo Campanella, a cui hanno partecipato il Presidente del Parco Nazionale d’Aspromonte Giuseppe Bombino, il Presidente della Comunità del Parco Giuseppe Zampogna, il Console Regionale del Touring Club Italiano Domenico Cappellano, il direttore dell’Ente Parco Tommaso Tedesco e i Sindaci dei 14 Comuni candidati, tra cui quelli recentemente premiati. Alla conferenza stampa è  seguito  un incontro formativo incentrato sull’accoglienza turistica locale e sul potenziamento del sistema dell’offerta, dedicato a tutti gli amministratori e operatori dei Comuni candidati. Sono stati quindi consegnati i Piani di miglioramento e le Linee Guida per la qualità turistico ambientale all’interno dell’Area protetta sulla base delle indicazioni e dei suggerimenti scaturiti dalle indagini e dalle valutazioni effettuate sul territorio del Parco. “Abbiamo messo in campo un’ azione di sistema – ha sostenuto il Presidente Giuseppe Bombino – attraverso cui intendiamo accrescere la consapevolezza delle nostre comunità verso la valorizzazione del patrimonio naturalistico e ambientale come occasione per uno sviluppo sostenibile. La natura d’Aspromonte e il capitale artistico, storico, enogastronomico e culturale dei suoi borghi – continua Bombino – attirano sempre più l’attenzione del turismo nazionale ed internazionale; la debolezza del sistema dell’offerta e ricettivo rappresenta, tuttavia, un limite alla crescita del settore”. Sono 209 i Comuni “Bandiera arancione” in Italia. Fino a qualche giorno fa in Calabria erano soltanto 2 (Civita e Morano) Bova e Gerace, oggi, testimoniano un Aspromonte che vuole raccontare e raccontarsi, pronto a partecipare alle nuove sfide che lo attendono e a vincerle.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo