martedì 24 aprile 2018 17:48
default-logo

Marijuana, arrestato dai Carabinieri per scontare residuo di pena definitiva

Reggio Calabria. Nella giornata di ieri, i Carabinieri della Stazione di Catona hanno arrestato Filippo Caracciolo, 26enne reggino, destinatario di un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Reggio Calabria, dovendo espiare una pena definitiva di 1 anno, 1 mese e 19 giorni di reclusione, poiché riconosciuto colpevole del reato di produzione, traffico e detenzione illecita di sostanza stupefacenti aggravata per fatti commessi in Reggio Calabria nel 2012. Si tratta di un residuo da scontare rispetto alla pena principale pari a 3 anni e 4 mesi inflittagli complessivamente dall’Autorità Giudiziaria. Nello specifico, il giovane era stato tratto in arresto il 17 settembre 2012 unitamente ad altri quattro soggetti, nel corso di un’operazione condotta dai militari delle Stazioni di Catona, Rione Modena e dello Squadrone Eliportato Cacciatori Calabria, i quali avevano individuato in Frazione Rosalì, la presenza in un’area impervia di una ingente coltivazione di canapa indiana, gestita dai cinque soggetti, i quali erano stati sorpresi a tagliare le piante mature raccogliendole in appositi sacchi in nylon per un peso complessivo di kg.90. L’intera piantagione era stata realizzata su tredici terrazzamenti, estesi per alcune centinaia di metri occultati alla vista in un dirupo, servita da una cisterna collegata a sistema di irrigazione “a goccia”, per un totale di 2000 piante circa, di altezza fino a 2 metri. Il giovane, al termine delle formalità di rito, è stato associato presso la Casa Circondariale di Reggio Calabria Arghillà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria reggina.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo